Bruno Ballardini La disinformazione in 10 lezioni (dal "Manuale di disinformazione", Ed . Castelvecchi 1995) Meglio sarebbe stato essere sordi e ciechi fin dalla nascita . Sutta Nipata XX,VII Premessa Uccidere un uomo è cosa da poco, uccidere un'opinioneproduce effetti più duraturi . Uno dei grandi progressi di questo secolo è stato senza dubbio il graduale passaggio dalla guerra convenzionale alla guerra con i media, cioè alla disinformazione . In confronto a quanto avvenne in seguito, Hitler stesso era un ottimista quando scrisse: Il ruolo di sbarramento che svolge l'artiglierianella preparazione dell'attaccodella fanteria in futuro sarà assunto dalla propaganda rivoluzionaria . Si tratta di spezzare psicologicamente il nemico prima che le truppe comincino ad entrare in azione . (1) Dal dopoguerra in poi le truppe (la forza vendita) sarebbero entrate in azione per oltre quarant'anni . Poi, verso la fine degli anni '90, sarebbero state sostituite completamente, definitivamente, dai media . E così, contrariamente a quella profezia, anche l'attaccofinale sarebbe stato sferrato attraverso i media . Lo scopo di questo breve saggio è di presentare alcune delle tecniche impiegate in un conflitto su larga scala che è appena iniziato e che ha come obiettivo finale il controllo totale del pianeta . Naturalmente, per trattare un argomento del genere non è possibile cavarsela a buon mercato limitandosi ad elencare e a classificare le armi in campo . Oltre ad illustrare le più usate e a descriverne il funzionamento, sarebbe utile scoprire come queste vengano fabbricate e magari arrivare ad individuarne il sistema di produzione . La differenza tra gli anni '40e oggi è data dalla trasformazione genetica che ci ha portato a vivere la guerra senza nemmeno accorgercene . Siamo costantemente sotto il fuoco dei media, bombardati di messaggi, e in balia di forze che tentano di imporci i nostri stessi valori, il progresso, la pace e la democrazia, come se fossero merci, facendoceli addirittura pagare .

         | seguente >

         

               Vai all'indice della Propaganda di guerra