Theatrum Chemicum

Libri & Instrumenta

 

 

 

 

Analisi della tavola: Laboratoire et table des Raports

Un laboratorio del 1763

La didascalia per il n. 44 afferma: "Chimico che fa delle proiezioni per i clissi". Nel linguaggio alchemico clissus è una virtù o proprietà occulta.; nel contesto di transizione dall'alchimia alla chimica i clissi sono i principi attivi, in generale estratti da materiali vegetali. La 'proiezione' era un'operazione alchemica cruciale: si cercava di unire un metallo con qualche sostanza per trasformarlo in oro; come operazione chimica si intende più modestamente il versare un principio attivo per ottenere qualche trasformazione. Il chimiste di questa parte dell'immagine è un semplice aiutante del gentiluomo seduto all'altra estremità del bancone; i vestiti sono dimessi e non porta il parrucchino.

n. 46: la forgia; sopra la forgia si vede un grosso mantice.

La tavola si trova nella seconda parte del secondo volume del Recueil de planches sur les sciences, les arts libéraux et les arts mécanique avec leur explication, 1763. Questo volume contiene in riferimento alla chimica 19 tavole semplici ed una tavola doppia .

 

Gli 11 volumi di tavole dell'Enciclopédie furono pubblicati fra il 1762 e il 1772. L'edizione in folio, da cui traiamo le tavole, era stata progettata con un corredo di 600 tavole ( si veda il Prospectus che annuncia solo due volumi di tavole). La stima si dimostrò subito insufficiente, e il coordinamento fra testi ed illustrazioni fu piuttosto difficile, dato il notevole ritardo di 11 anni fra la pubblicazione del primo volume di testo dell'Enciclopédie (1751) e il primo volume di tavole (1762). In definitiva 2.569 tavole vennero a costituire l'imponente patrimonio iconografico presentato dagli 11 volumi del Recueil de planches sur les sciences, les arts libéraux et les arts mécanique avec leur explication.

 

 Indice di Libri & Instrumenta

Indice di Theatrum Chemicum