Döbereiner, Johann Wolfgang

 

(Bayreuth 15.12.1780 - Jena, Sassonia 24.3.1849) Chimico tedesco. Di povera famiglia, non ebbe una regolare istruzione. La sua pratica e concreta esperienza come aiuto farmacista attrasse l’attenzione di amici, tra cui il duca Carlo Augusto, che favorirono la sua laurea e poi la nomina di professore a Jena. Grazie ai suoi studi e alla sua esperienza D. si accorse che certe proprietŕ chimiche, come quelle dello stronzio, erano intermedie a quelle del calcio e del bario. Cosě pure dicasi di quelle del bromo, intermedie tra quelle del cloro e dello iodio. Da qui nacque la sua legge delle Triadi nell’ordinamento degli elementi chimici, che doveva avere tanta influenza su = D.I. Mendeleev. Si veda anche = J.A. Newlands. Egli introdusse anche la lampada di D. in cui la spugna di platino innescava l’accensione della lampada a gas o ad aria. Studiati altri casi analoghi, fu tra i primi a rendersi conto del fenomeno della catalisi.

 

Ritorna alla home page
Ritorna a Introduzione alla storia della chimica
Ritorna a rubrica minibiografie