I principali medicinali


In molti paesi il farmaco contenente come principio attivo l'acido acetilsalicilico, prodotto a partire dall'acido salicilico, ha come nome generico Aspirina, che,però, in Italia è stato depositato dalla Bayer anche come marchio (Aspirina®).

L'Aspirina e l'Aspro 500 sono le cosiddette preparazioni standard, ovvero le classiche pastiglie costituite solo dal principio attivo e dall'eccipiente. L'acido acetilsalicilico è presente, però, anche in altri prodotti, molto diffusi, in cui sono presenti anche altre sostanze.
Il numero impresso in alto a destra sulle confezioni di Aspirina indica la quantità di acido acetilsalicilico presente all'interno della compressa. Per esempio l'Aspirina 05 contiene 500 mg di acido, la 03 ne contiene 300, e via dicendo.

Le compresse per i bambini:Aspirinetta e Aspirinetta C pensate per i bambini di età inferiore ai dodici anni; a differenza di quella per adulti, possono essere rilasciate soltanto dietro prescrizione medica.

Le compresse solubili effervescenti (Alka Seltzer), usate soprattutto da chi ha problemi di deglutizione, agiscono più rapidamente e molti soggetti le ritengono meglio tollerabili. Oltre al principio attivo e all'eccipiente contengono sodio carbonato e acido citrico anidro.
Le compresse di Alka Seltzer contengono, oltre all'aspirina, acido citrico e bicarbonato di sodio. Il bicarbonato reagisce con l'aspirina formando il suo sale di sodio, rendendola solubile in acqua, e accelerandone l'effetto, reagisce con l'acido citrico sviluppando bollicine di anidride carbonica. L'acido citrico impartisce alla soluzione finale un piacevole gusto di limone. Hanno un costo simile, il più basso fra i farmaci esaminati.

Con sostanze tampone. Sono le preparazioni di Asa associate a sostanze in grado di tamponare l'acidità. Può capitare infatti che le preparazioni a base di acido acetilsalicilico siano poco tollerate da un punto di vista gastrico. Per ovviare al problema sono state realizzate pastiglie contenenti sostanze ad azione "tampone", che riducono - ma non eliminano per chi ha reali problemi di stomaco - i possibili danni. Si tratta dell'Aspirina 0,3 e dell'Aspirina 0,5.

Associazioni con vitamina C. Anche il Vivin C, l'Aspirina C effervescente, l'Aspro C e l'Aspro C effervescente. Il successo incontrato da queste preparazioni "stagionali" in rapporto alle forme influenzali e da raffreddamento, sembra dovuto più alle estese campagne pubblicitarie che ad una reale dimostrazione scientifica di utilità ed efficacia.

Associazione con caffeina e alluminio idrossido. Può essere utile in alcune forme di cefalea, ma la sua efficacia non sembra sufficientemente dimostrata e la sua utilità è controversa. Per altro la caffeina ingerita tramite queste formulazioni, Cafiaspirina(tolta dal commercio con un decreto del marzo 2000) e Viamal, va a sommarsi a quella assunta attraverso caffè(circa 60-80 mg a tazzina), tè (40 mg) e bevande tipo coca-cola (25-100 mg a bicchiere) e integratori alimentari. Ciò può determinare l'insorgenza di effetti collateralispiacevoli, quali ansia, agitazione, insonnia e tachicardia.
Nei pazienti con cefalea il ricorso quotidiano di tali prodotti può essere facilitato proprio dalla presenza di caffeina, il cui uso prolungato può indurre una forma di dipendenza fisica.

Torna alla home page