ASPRO 500 compresse

acido acetilsalicilico

Composizione - Una compressa di Aspro 500 contiene acido acetilsalicilico mg 500. Eccipienti: amido, sodio laurilsolfato, silice colloidale.

Confezioni -10, 20 e 30 compresse.

Categoria farmacoterapeutica - Aspro 500 compresse appartiene alla categoria terapeutica degli analgesici, antipiretici.

Nome e indirizzo del titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio e del produttore

Titolare A.I.C.: Roche S.p.A. - Piazza Durante 11 - 20131 Milano.

Prodotto e controllato da: Laboratoires Roche Nicholas S.A. - Gaillard (Francia).

Indicazioni - Trattamento sintomatico di mal di testa, nevralgie, mal di denti, affezioni dolorose delle articolazioni, stati febbrili e sindromi influenzali.

Controindicazioni – ipersensibilità già nota all’acido acetilsalicilico, ai salicilati o verso qualcuno degli eccipienti. Gastropatie (es. ulcera gastroduodenate). Tendenza accertata alle emorragie. Asma. Bambini al di sotto dei 4 anni.

Precauzioni d’impiego - Dopo tre giorni d’impiego alla dose massima o dopo 5-7 giorni di impiego continuativo, consultare il medico.

Gravidanza e allattamento - Per I’uso in gravidanza, consultare il medico. Non usare negli ultimi tre mesi di gravidanza, a meno che l’uso sia specificatamente prescritto dal medico.

Interazioni - La somministrazione di acido acetilsalicilico, soprattutto in caso di terapia protratta, può potenziare I’attività dei farmaci anticoagulanti (ad esempio derivati cumarinici ed eparina), gli effetti indesiderati del metotrexate, il rischio di emorragia gastrointestinale in caso di contemporaneo trattamento con corticosteroidi, gli effetti e le manifestazioni secondarie di tutti gli antireumatici non steroidei, I’effetto dei farmaci riducenti Ia glicemia (sulfonilurea), Precauzione va osservata per le sostanze quali spironolattone, furosernide e preparati antigottosi, la cui attività viene invece ridotta dall’acido acetilsalicilico. Pertanto, salvo diversa prescrizione medica, Aspro non va somministrato in concomitanza ai preparati suddetti.

Avvertenze speciali - E’ consigliabile che venga consultato il medico da parte dei pazienti con deficit di glucosio-6-fosfato-deidrogenasi, disturbi gastrici ed intestinali cronici o ricorrenti o compromessa funzionaIità renale. In caso di affezioni virali quali influenza o varicelia, consultare il medico prima di somministrare il prodotto a bambini e ragazzi. Se durante il trattamento compaiono vomito prolungato e profonda sonnolenza, interrompere la somministrazione.

Dose, modo e tempo di somministrazione -1-2 compresse alla volta. Non superare le 6 compresse nelle 24 ore. Ai bambini al di sotto dei l2 anni di età il prodotto va somministrato solo dietro prescrizione del medico. L’assunzione del prodotto deve avvenire a stomaco pieno.

NON SUPERARE LE DOSI CONSIGLlATE.

ln particolare i pazienti anziani dovranno attenersi ai dosaggi minimi sovraindicati.

Sovradosaggio - In caso di sovradosaggio acuto provvedere allo svuotamento dello stomaco mediante emetici, o aspirazione e lavanda gastrica. Per intossicazioni più lievi far bere abbondanti quantità di liquidi. In caso di intossicazione grave (concentrazioni plasmatiche di saficilato superiori a 500 mcg/ml nell’adulto ed a 300 mcg/ml nel bambino) può essere indicata una diuresi alcalina forzata e continuata fino a raggiungere una concentrazione plasmatica di salicilato inferiore ai 350 mcg/ml nell’adulto. A questo punto la somministrazione endovenosa può venire sospesa ed il paziente invitato ad assumere liquidi per via orale. Gli elettroliti plasmatici, in particolare il potassio, nonchè I’equilibrio acido base devono essere regolarmente controllati. L’acidemia deve essere corretta mediante infusione alcalina prima di iniziare la diuresi forzata. In presenza di insufficienza cardiaca o renale oppure di intossicazione molto grave possono rendersi necessarie emodialisi o dialisi endoperitoneale. Reazioni allergiche acute conseguenti ad assunzione di acido acetilsalicilico possono essere trattate, se necessario, con somrninistrazione di adrenalina, corticosteroidi e di un antistaminico.

Effetti indesiderati - Disturbi otovestibolari (ronzii ecc.), disturbi gastrointestinali (dolori ecc.), fenomeni di ipersensibilità (eruzioni cutanee ecc.), fenomeni emorragici (epistassi, gengivorragia ecc.), ritardo di parto. In soggetti predisposti possono manifestarsi reazioni di ipersensibilità. Si consiglia di consultare il medico o il farmacista in caso di comparsa di effetti indesiderati non previsti dal presente foglio illustrativo.

Modalità di conservazione - Attenzione: non utilizzate il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Data dell’ultima revisione del foglio illustrativo - Maggio 1996

I MEDICINALI NON VANNO TENUTI A PORTATA Dl MANO DEI BAMBINl

Roche S.p.A. - Piazza Durante 11 - 20131 Milano