Ritorna alla home page

Ritorna a Introduzione alla storia della chimica

                                                         

Questa sezione di Minerva Ŕ interamente dedicata a Stanislao Cannizzaro (1828-1910), il chimico italiano che maggiormente ha influito sulla storia della chimica, sia con la pubblicazione nel 1858 del Sunto di un corso di filosofia chimica, sia con la partecipazione nel settembre del 1860 al Congresso di Karlsruhe, a cui parteciparono tutti maggiori chimici dell'epoca. Il contributo pi¨ importante - ma non il solo - fu l'armonizzazione dei diversi metodi di determinazione dei pesi atomici, con l'esito straordinario di cambiare il peso atomico di quasi un terzo dei circa 60 elementi allora conosciuti.

Diapositive   su Cannizzaro patriota, scienziato e uomo politico, presentate a Genova in occasione del Fastival della Scienza, 30 ottobre 2004

 

Testi di Stanislao Cannizzaro

1858, Sunto di un corso di filosofia chimica tenuto nella Reale UniversitÓ di genova
Appunti autobiografici

 

Studi su Cannizzaro di Luigi Cerruti

L.Cerruti Stanislao Cannizzaro, didatta e riformatore.I. Impegno didattico, riflessione teorica
L.Cerruti, A. Carrano Stanislao Cannizzaro, didatta e riformatore. II. La scuola di via Panisperna
L.Cerruti Stanislao Cannizzaro, didatta e riformatore. III. Per uno Stato moderno
L.Cerruti Stanislao Cannizzaro, didatta e riformatore. IV. Dall'epistemologia alla politica

 

 

Studi su Cannizzaro di Leonello Paoloni

Premessa di Luigi Cerruti
Indice generale
Stanislao Cannizzaro da Genova a Palermo, prima parte
Stanislao Cannizzaro da Genova a Palermo, seconda parte

 

Altri studi su Cannizzaro

Giovanni Paoloni, Mauro Tosti Croce, Stanislao Cannizzaro. La vita