Minibiografie di scienziati

K

 

Ritorna alla home page

Ritorna a Introduzione alla storia della chimica

Ritorna a rubrica minibiografie

 

 

 

 

 

 

Keir, James Edimburgo, 29 settembre 1735 - Bromwich, 11 ottobre 1820 Chimico, studia alla Royal High School e diventa amico di Erasmus Darwin. Partecipa alla guerra dei Sette anni e così non consegue la laurea. In seguito entra a far parte della Lunar Society insieme a Priestley, con il quale condivide la convinzione flogistica che Keir in seguito abbandona. Nel 1780 si dedica al primo processo di produzione di alcali sintetici.
Kekulé von Stradonitz, Friedrich August Darmstadt, 7 settembre 1829 - Bonn, 13 luglio 1896 Chimico tedesco, noto per gli studi sulla struttura del carbonio, con cui supera la teoria dei tipi e dei radicali, è ritenuto il fondatore della moderna teoria sulla struttura dei composti. Allievo di Liebig, nel '51 a Parigi conosce Gerhardt e nel '53 a Londra Odling e Williamson. Nel '55 è professore a Heidelberg, dove lavora con Baeyer. Nel '58 ottiene una cattedra a Gand e nel '67 a Bonn, dove resta fino alla morte.
Kirckhoff, Gustav Robert Königsberg, 12 marzo 1824 - Berlino, 17 ottobre 1887 Matematico e fisico tedesco. Laureato a Königsberg nel '47, insegna a Berlino e a Breslavia. Nel '54 è professore di fisica a Heidelberg, dove resta fino al '75, quando ottiene la cattedra di fisica a Berlino. E' noto per gli studi di elettrologia (enuncia i principî che consentono di derivare le grandezze elettriche in un circuito) e di analisi spettrografica: insieme a Bunsen inventa lo spettroscopio, individuando cesio e rubidio.
Kirwan, Richard Cloughballymore, 1733 (?) - Dublino, 1 giugno 1812 Studia legge e, dopo aver lavorato come procuratore legale, nel 1780 si trasferisce a Londra, dove si dedica allo studio delle scienze e in particolar modo della chimica, della geologia e della mineralogia. Nelle opere di geologia è convinto nettunista e si oppone a tutte le interpretazioni contrarie alle Sacre Scritture. Ritornato in Irlanda nel 1787, è tra i membri fondatori della Royal Irish Society.
Kolbe, Hermann Gottinga, 27 settembre 1818 - Lipsia, 25 novembre 1884 Chimico tedesco, è allievo di Wöhler che lo mette in contatto con Berzelius. Nel 1842, a Marburg, diventa assistente di Bunsen e tra il 1845-47 ne diffonde il sistema di analisi spettroscopica in Inghilterra, dove conosce Frankland. Nel '52 succede alla cattedra di chimica che era stata di Bunsen e dal '65 è professore a Lipsia. Noto per la sintesi dell'acido acetico, dal 1870 è editore del Journal für praktische Chemie.
(De) Kramer Antonio Milano, 1806 - Tramezzo, 1853 Chimico italiano, membro dell'Istituto Lombardo di Scienze e Lettere. Fece studi sull'illuminazione a gas, sulle disinfezioni, sulla opportunità di introdurre nella Lombardia la coltura della barbabietola da zucchero. A Milano nel 1832 Antonio Kramer aveva aperto una scuola privata di chimica, e nel 1843 fu incaricato dell'insegnamento della chimica applicata all'industria nella scuola di chimica della Società d'Incoraggiamento d'Arti e Mestieri. Kramer fu il capostipite di tutta una generazione di chimici; in particolare sono senz'altro da ricordare: Chiozza, Pavesi e Cossa. Chiozza successe a Kramer dopo la sua morte prematura, ma fin dal '58 lasciò la responsabilità della direzione della Scuola di chimica ad Agostino Frapolli.
Kopp, Hermann Franz Moritz 1817-1892 Chimico fisico tedesco e storico della chimica. La sua ricerca ha interessato il collegamento fra le proprietà fisiche e la struttura chimica dei composti. Ha continuato i rapporti annuali di Jöns Berzelius sugli sviluppi nella chimica, estendendo la loro portata per includere le scienze affini. Kopp forse è meglio conosciuto per il suo Geschichte der Chemie [ storia della chimica ] (4 volumi, 1843-47).