Minibiografie di scienziati

D

 

 

Dalton, John Eaglesfield, 6 settembre 1766 - Manchester, 27 luglio 1844 Di modesta estrazione sociale e di confessione quacquera, viene escluso da Oxford e Cambridge. Dalton si muove tra le istituzioni di Manchester, dove nel 1794 è tutor di matematica e viene nominato membro della Philosophical Society. Il suo nome è legato alla moderna teoria atomica, tuttavia la sua formazione non è quella del chimico tradizionale: la meteorologia è il suo primo campo d'interesse. Fu il primo chimico ad ipotizzare che atomi diversi potessero avere un 'peso' diverso. Dalton, inoltre, riuscì a stabilire il peso dell’atomo di ossigeno in rapporto di combinazione con l’idrogeno che risultava sette volte più grande. Dunque, rispetto al peso dell’atomo dell’idrogeno preso come unitario, potevano essere determinati i pesi degli altri elementi. Nel 1803 Dalton stilò il primo elenco degli elementi conosciuti e formulò la "legge delle proporzioni multiple". Nel 1808, nel "Nuovo sistema di filosofia chimica", fu pubblicata la teoria atomica di Dalton, influenzata dagli studi sulle combinazioni dei gas e degli elementi svolti in precedenza. La sua teoria, tuttavia, non fu del tutto valida perché, per esempio, la formula dell’acqua, H20 risultava HO. Dalton è conosciuto anche per i suoi studi sulla vista e per la scoperta della discromatopia, anomalia visiva che poi prese il nome di daltonismo
Vedi il 1º ritratto

Vedi il 2º ritratto (da anziano)

Davy, Humphry Penzance, 17 dicembre 1778 - Ginevra, 29 maggio 1829 Chimico inglese. Noto per l'invenzione della lampada di sicurezza (1815), Davy è autore di una teoria (1810) secondo cui l'acido muriatico, rinominato acido idrocloridrico, non contiene ossigeno e così anche l'acido ossimuriatico, ora definito cloro. A lui si deve l'isolamento del sodio, del potassio, del magnesio, del calcio, dello stronzio e del bario, oltre alla scoperta dell'elettrolisi dell'acqua.
Dumas, Jean-Baptiste-André Alès, 15 luglio 1800 - Cannes, 11 aprile 1884 Chimico francese. Studia a Ginevra e nel 1823 diviene assistente di Thénard all'Ecole Polytechnique di Parigi, sostituendolo nel 1835. Nel '32 è professore alla Sorbona e nel '35 viene nominato segretario dell'Académie. E' noto per gli studi sulla struttura chimica e in particolare per la teoria dei tipi. Dopo i fatti del 1848 entra in politica e dal '59 diventa presidente del Consiglio municipale di Parigi.

Il sito contiene oltre 1000 pagine. Usate il motore di ricerca!

Datario biografico di scienziati, tecnici, esploratori, filosofi della scienza e artisti

Indice generale del datario

Lettera D: 612 voci

 

Ritorna alla home page

Ritorna a Introduzione alla storia della chimica

Ritorna a rubrica minibiografie