John von Neumann: una biografia 

Seconda parte, di Cristina Marchiol :

John von Neumann – Negli Stati Uniti, tra guerra e computer
 


Indice generale della biografia


 

2.3 L’inizio della ricerca militare
 

Von Neumann ottenne la nazionalità americana nel 1937. Subito dopo Veblen fece da tramite per una proposta di collaborazione con le forze armate. Il Laboratorio di ricerca balistica del Dipartimento di equipaggiamento e armamento dell’Esercito, situato ad Aberdeen (Maryland), era in fase di riorganizzazione, a causa della situazione prebellica in Europea. Nel laboratorio di Aberdeen, egli ebbe contatto diretto con le esigenze della scienza applicata e stabilì i primi rapporti con le istituzioni militari.


La gratitudine di rifugiato e la simpatia per un paese che lo aveva accolto in modo così generoso, furono i motivi di base della sua disponibilità a collaborare con la ricerca militare. Inoltre egli aveva già dimostrato un grande interesse per le applicazioni della matematica ai contesti più diversi. I problemi di balistica e lo studio delle onde d’urto erano legati a questioni di fisica matematica che sollevavano la sua curiosità al di là degli aspetti pratici.

In quegli anni, von Neumann non trascurò la ricerca scientifica in senso stretto. Tuttavia, dall’inizio della guerra in Europa e soprattutto dopo l’entrata in guerra degli Stati Uniti, nel dicembre 1941, le ricerche militari assorbirono sempre di più il suo tempo. Stava diventando un protagonista di spicco di un nuovo periodo storico, in cui i luoghi della ricerca non erano più soltanto i laboratori pubblici (università, centri di ricerca statali a carattere civile), ma anche i laboratori di ricerca militari e quelli industriali (privati).

Nel 1940, von Neumann fu nominato membro del nuovo “Comitato di consulenza scientifica” del Laboratorio di Aberdeen, e nel corso dello stesso anno, consulente di balistica in un comitato per la preparazione alla guerra creato nel 1939 dalla “Società matematica americana” (AMS) e dalla “Associazione matematica dell’America” (MAA, Mathematical Association of America).


Il primo organismo civile istituito allo scopo di offrire un’assistenza scientifica sistematica alle forze armate fu il “Comitato di ricerche per la difesa nazionale” (NDRC, National Defence Research Commettee); il comitato organizzava il lavoro di scienziati e ingegneri su temi come la guerra sottomarina, il radar, le contromisure elettroniche, gli esplosivi, i razzi. Nel 1941, von Neumann iniziò a collaborare con il comitato per lo studio delle onde di detonazione, al fine di perfezionare la preparazione delle cariche esplosive e di dirigere e concentrare l’effetto della detonazione. L’anno successivo egli iniziò a lavorare nel settore della guerra di mine per la Marina. Questo lavoro lo condusse prima a Washington e poi in Inghilterra, dove soggiornò fra il gennaio e il luglio del 1943. Nei laboratori inglesi si occupò di questioni di dinamica dei gas, importanti in artiglieria. In questo contesto iniziò a interessarsi per la prima volta alle applicazioni delle tecniche di calcolo automatico.
 

 


 

Pagina 9 di 26

< precedente | Indice generale della biografia di von Neumann | seguente >