Chessa M. Giuseppa, Ciuccatosta Patrizia, Cocco Ivana, De Rubeis Carlo, Devoto Valentina, Licheri Giovanni, Loddo Rossana, Mascia Carmen, Massidda M.Vittoria, Mereu Cristina, Mura Luigi, Scarpa M. Grazia, Tuveri Ugo

 

Mostra interattiva :"osserviamo, tocchiamo, annusiamo

per costruire un’immagine della chimica"

Gruppo di Didattica chimica Università - Scuola

Dipartimento di Scienze Chimiche dell'Università di Cagliari

 

Ritorna alla Home PageRitorna a Didattica delle Scienze

 

 

Le attività che vogliamo illustrare sono state presentate sotto forma di exhibits interattivi alle numerosissime scolaresche che hanno visitato la Cittadella Universitaria di Cagliari-Monserrato in occasione dell'VIII settimana della cultura scientifica e tecnologica.

Esse si propongono di offrire un'immagine della chimica diversa dallo stereotipo con cui essa si presenta nell'immaginario collettivo e contemporaneamente affrontare tematiche disciplinari attraverso una didattica interattiva. A questo scopo abbiamo voluto sfruttare il lato spettacolare di alcune reazioni chimiche per dimostrare che con la chimica ci si può anche divertire, ma contemporaneamente utilizzare il contributo razionale delle indagini chimiche per diffondere messaggi educativi alle scolaresche che hanno visitato la mostra e offrire ad un pubblico chimicamente preparato spunti per approfondimenti autonomi.

I visitatori hanno potuto alimentare un distillatore in corrente di vapore per ottenere l’essenza di piante tipiche della macchia mediterranea; mettersi alla prova con il gioco: "I profumi della Sardegna" e "Gli aromi in tavola"; osservare la "polvere di stelle" e le reazioni oscillanti; capire il ruolo degli emulsionanti negli esseri viventi e nei prodotti commerciali; evidenziare il contenuto in monossido di carbonio e catrame nel fumo della sigaretta, generare l'elettrolisi di soluzioni saline con formazione di prodotti colorati, produrre energia elettrica con l'ausilio della frutta per alimentare un orologio al quarzo .

Presentazione dell'exhibit: MOLECOLE E PERCEZIONE SENSORIALE: olii essenziali e aromi alimentari.

L'idea portante di questo lavoro nasce dall'esigenza di valorizzare una qualità propria dei chimici che l'uomo moderno sta sempre più perdendo: la capacità di percepire il mondo circostante non solo con la vista e l'udito, ma anche con l'olfatto, il senso più antico e forse più sottovalutato dell'uomo. Si è pensato perciò di attirare la curiosità dello studente, o del visitatore della mostra interattiva, offrendogli la possibilità di percepire l'odore sviluppato da olii essenziali e aromi alimentari scelti tra quelli più gradevoli e conosciuti. Per raggiungere lo scopo si è fatto uso di due grandi pannelli (1,60 m x 2,00 m), uno raffigurante la Sardegna circondata dal mare e l'altro una tavola imbandita, nei quali alcune caselle basculanti permettono al visitatore di mettere alla prova il proprio olfatto e verificare successivamente la bontà delle proprie percezioni ruotando la casella e scoprendo così l'immagine della pianta aromatica o della pietanza di cui ha appena percepito l'odore. La prova organolettica, presentata come gioco, è in realtà solo un pretesto per allargare poi il discorso, a seconda del livello dell'interlocutore, con contenuti disciplinari più specifici sia di chimica che di biologia. Affianco ai pannelli è stato messo in funzione un distillatore in corrente di vapore per olii essenziali.

 

INFO: Massidda M. Vittoria, Via Olbia, 7 09125 Cagliari, e-mail vmassid@tin.it