Le Citazioni e gli Aforismi di Minerva

Gli Autori


Tommaso Landolfi


 

Tommaso Landolfi

 

 

La vita

Tommaso Landolfi nasce nel 1908 a Pico Farnese da famiglia nobile. Nel 1932 si laurea in lingua e letteratura russa all'Università di Firenze discutendo una tesi sulla poetessa Anna Achmatova. Sempre a Firenze collabora a diverse riviste quali Letteratura e Campo di Marte. Più tarde sono invece le collaborazioni con Il Mondo di Pannunzio e il Corriere della Sera.

Nel 1937 esce la prima raccolta di racconti, precedentemente apparsi su riviste, Dialogo dei massimi sistemi. A questi seguono diversi altri racconti, tra il fantastico e il grottesco, che caratterizzano la produzione del primo Landolfi, tra i quali spicca la novella gotica Racconto d'autunno, del 1947. Evidente già dalle prime opere è il tema della vanità dell'agire umano, trattato con una apparente e spesso divertita leggerezza, che può però trasformarsi in disperazione e delirio romantico quando si autocompiace nella propria ironica tristezza.

Fatta eccezioni per brevi soggiorni all'estero, la vita di Landolfi si svolge per lo più tra Roma, le case da gioco di San Remo e Venezia e la residenza di famiglia a Pico Farnese. Nonostante un'esistenza appartata e lontana dai salotti intellettuali e mondani, il suo lavoro è riconosciuto da Giorgio Bassani e Mario Soldati, da Eugenio Montale e Italo Calvino, che ne curerà una antologia nel 1982. In particolare, Calvino indica una parentela letteraria tra le opere di Landolfi e quelle di Barbey d'Aurevilly e di Villiers de l'Isle-Adam, mentre sull'atteggiamento di Landolfi scrive:

«Il rapporto di Landolfi con la letteratura come con l'esistenza è sempre duplice: è il gesto di chi impegna tutto se stesso in ciò che fa e nello stesso tempo il gesto di chi butta via.»

L'atteggiamento del giocatore. Il demone del gioco, assieme ad altri motivi autobiografici, sono al centro delle opere diaristiche La bière du pécheur (1953), Rien va (1963) e Des mois (1967). Nel 1975 vince il premio Strega con A caso. Si spegne a Roma nel 1979.

Le opere

* Dialogo dei massimi sistemi, racconti, Firenze: Parenti, 1937; Milano: Rizzoli, 1975; a cura di Idolina Landolfi, Milano: Adelphi, 1996.
* La pietra lunare. Scene della vita di provincia, romanzo, Firenze: Vallecchi, 1939, 1944; Milano: Mondadori, 1968; con una nota di Andrea Zanzotto, Milano: Rizzoli, 1990; a cura di Idolina Landolfi e con l'appendice Dal giudizio del signor Giacomo Leopardi sulla presente opera, Milano: Adelphi, 1995.
* II mar delle blatte e altre storie, racconti, Roma: Edizioni della Cometa, 1939; Milano: Rizzoli, 1975.
* La spada, racconti, (contiene anche la ristampa de II mar delle blatte e altre storie), Firenze: Vallecchi 1942, 1944; Milano: Rizzoli, 1976.
* Il principe infelice, romanzo per bambini, Firenze: Vallecchi, 1943, 1954; Giunti Marzocco, 1985; come Il principe infelice e altre storie per bambini, Milano: Adelphi, 2004.
* Le due zittelle, racconto, apparso a puntate su "Il Mondo" nel 1945; in volume, Milano: Bompiani, 1946; Milano: SE, 1985; a cura di Idolina Landolfi, Milano: Adelphi, 1992.
* Racconto d'autunno, romanzo, Firenze: Vallecchi, 1947, 1963; Milano: Rizzoli, 1975, 1990.
* Cancroregina, racconto, Firenze: Vallecchi, 1950; Milano: Guanda, 1982.
* La bière du pécheur, diario, Firenze: Vallecchi,1953; Milano: Longanesi, 1971; Milano: Rizzoli, 1989; a cura di Idolina Landolfi, Milano: Adelphi, 1999.
* Ombre, racconti, Firenze: Vallecchi, 1954.
* La raganella d'oro, racconto per bambini, Firenze: Vallecchi, 1954; ristampato in AA. VV. La bottega dello stregone, a cura di Enrico Ghidetti e Leonardo Lattarulo, Milano: Editori Riuniti, 1985.
* Ottavio di Saint-Vincent, racconto, apparso in cinque puntate su "Il Mondo" tra il dicembre 1956 e il gennaio 1957; in volume, preceduto dalla ristampa di Le due zittelle, Firenze: Vallecchi, 1958; Milano: Rizzoli, 1979; Milano: Adelphi, 2000.
* Mezzacoda, Venezia: Il Sodalizio del Libro, 1958.
* Landolfo VI di Benevento, poema drammatico in sei atti, Firenze: Vallecchi, 1959.
* Se non la realtà, raccolta di articoli precedentemente apparsi su Il Mondo e altre riviste, Firenze: Vallecchi, 1960.
* In società, racconti precedentemente apparsi su Il Mondo e altre riviste, Firenze: Vallecchi, 1962.
* Rien va, diario, Firenze: Vallecchi, 1963; Milano: Longanesi, 1970; Milano: Rizzoli, 1984; Milano: Adelphi, 1998.
* Scene dalla vita di Cagliostro, scene scritte per un programma televisivo trasmesso dalla Rai-TV il 14 maggio 1961; in volume, Firenze: Vallecchi, 1963.
* Tre racconti, Firenze: Vallecchi, 1964; con introduzione di Carlo Bo, Milano: Rizzoli, 1990.
* Un amore del nostro tempo, romanzo, Firenze: Vallecchi, 1965; a cura di Idolina Landolfi, Milano: Adelphi, 1993.
* Racconti impossibili, Firenze: Vallecchi, 1966.
* Des mois, diario, Firenze: Vallecchi, 1967; Milano: Longanesi, 1972; a cura di Idolina Landolfi, con prefazione di Enzo Siciliano, Milano: Rizzoli 1991.
* Colloqui, racconti per bambini, in AA.VV., Sei racconti, Milano: Rizzoli, 1967.
* Un paniere di chiocciole, raccolta di articoli precedentemente apparsi sul Corriere della Sera, Firenze: Vallecchi, 1968.
* Filastrocche, in AA.VV., Le nuove filastrocche, Milano: Rizzoli, 1968.
* Faust '67, testo teatrale, Firenze: Vallecchi, 1969; rappresentato a Roma, Teatro Arlecchino, maggio 1969, regia di Sandro Sequi.
* Breve canzoniere, dialoghi e poesie, Firenze: Vallecchi, 1971.
* Gogol a Roma, recensioni, 1971; Milano: Adelphi, 2002.
* Viola di morte, poesie, 1972.
* Le labrene, racconti, 1974.
* A caso, Milano: Rizzoli, 1975.
* Il tradimento, 1977.
* Del meno, Milano: Rizzoli, 1978 .
 

 

 


Home Page                    La pagina delle citazioni                      Indice degli Autori di Minerva