Le Citazioni e gli Aforismi di Minerva

Gli Autori


Jean Giono


 

Jean Giono

 

Jean Giono

 

 

 

 


Le immagini, dall'alto verso il basso:

Ritratto di Jean Giono nel 1942

Ritratto di Jean Giono nel 1948

La prima edizione di Le Grand Troupeau, 1931

Un'edizione attuale di Le Grand Troupeau

Le Grand Troupeau, quadro di François Knopf

Copertina dell'edizione Salani di L'uomo che piantava gli alberi


Di Jean Giono si può leggere: L'uomo che piantava gli alberi


 

La vita

Jean Giono è nato il 30 marzo 1895 a Manosque, nella Haute Provence. Il padre, d’origine italiana, era calzolaio e sua madre stiratrice. Leggerà da solo la Bibbia e Omero, tra l’officina del padre e l’atelier della madre.
Per venire incontro alle difficoltà finanziarie dei genitori, è costretto a lasciare il collegio e a diventare impiegato di banca, fino alla guerra del 1914. A venti anni conosce, durante quattro interminabili anni, l’inferno dei campi di battaglia, da Eparges a Verdun (solo undici sono i superstiti della sua compagnia), da Chemin des Dames alla Somme. Egli esorcizzerà questo bagno di sangue dipingendo in “Le grand truopeau” un quadro terribile delle carneficine del 1914-1918.

Nel 1919, passata la guerra, che l’ha enormemente segnato, riprende il suo lavoro e, nel 1920, sposa un’amica d’infanzia, Elise, da cui avrà due figlie, Aline e Sylvie. La sua cultura, immensa, è quella di un autodidatta con una curiosità universale. Nel 1930, dopo il successo di “Collines” e di “Un de Baumugnes”, abbandonerà la banca per dedicarsi completamente alla letteratura.
Giono lascerà Manosque soltanto per dei brevi soggiorni a Parigi e per dei brevi viaggi all’estero, tra cui quello che gli ha permesso di scrivere il suo “Viaggio in Italia”, nel 1953. La sua opera comprende una trentina di romanzi, tra i quali “Le chant du monde”, “Que ma joie demeure”, “Un roi sans divertissement”, “L’ussaro sul tetto”, “Le moulin de Pologne”, saggi, dialoghi, poesie e commedie teatrali. E’ morto a Manosque nel 1970.

Le opere principali

* Colline – Grasset – 1929
* Un de Baumugnes – Grasset – 1929
* Regain – Grasset – 1930
* Naissance de l'Odyssée – Editions Kra - 1930
* Le Grand Troupeau – Gallimard - 1931
* Jean le Bleu – Grasset – 1932
* Solitude de la pitié – Gallimard 1932
* Le Chant du monde – Gallimard – 1934
* Que ma joie demeure – Grasset - 1936
* Batailles dans la montagne – Gallimard - 1937
* Pour saluer Melville – Gallimard - 1941
* L'eau vive – Gallimard – 1943 (Rondeur des Jours et l'Oiseau bagué -1973)
* Un roi sans divertissement – Gallimard – 1947
* Noé – Editions la Table ronde – 1947
* Fragments d'un paradis – Déchalotte – 1948
* Mort d'un personnage – Grasset – 1949
* Les Âmes fortes – Gallimard – 1949
* Les Grands Chemins – Gallimard – 1951
* Le Hussard sur le toit – Gallimard – 1951
* Le Moulin de Pologne – 1952
* L'homme qui plantait des arbres – Reader's Digest – 1953
* Le Bonheur fou – Gallimard – 1957
* Angelo – Gallimard – 1958
* Hortense ou l'Eau vive (avec Jean Allioux) Editions France-Empire – 1958
* Deux cavaliers de l'orage – Gallimard - 1965
* Le Déserteur – René Creux Editeur – 1966 (le Déserteur et autres récits – Gallimard – 1973)
* Ennemonde et Autres Caractères – Gallimard – 1968
* L'Iris de Suse – Gallimard - 1970
* Les Récits de la demi-brigade – Gallimard - 1972
* Faust au village – Gallimard – 1977
* Le Bestiaire – Ramsay - 1991
 

 

 

 

 


Home Page                    La pagina delle citazioni                      Indice degli Autori di Minerva