background image
ferenziandosi per le caratteristiche. Un considerevole numero
di esse ha concentrato i programmi di sviluppo nella categoria
degli alimenti fortificati e medicali associando ingredienti co-
me antiossidanti, vitamine e minerali a prodotti alimentari di
largo consumo quali bevande, latticini, cereali.
Un nuovo settore che recentemente si è affacciato sul merca-
to dei nutriceutici è rappresentato dalla "cosmetica orale" in
cui vitamine, minerali, amminoacidi ed estratti botanici, som-
ministrati attraverso capsule o compresse, svolgono un'im-
portante funzione per la salute della pelle e capelli al fine di
prevenire fenomeni di ossidazione (anti-radicali liberi) e di ca-
duta. È interessante notare che gruppi multinazionali come
Nestlé e L'Oreal abbiano impegnato parecchie risorse crean-
do una nuova linea di prodotti dal nome Inneov interamente
dedicati alla cosmetica orale.
È importante ricordare che alcune aziende ricorrono a partner
conto-terzisti per la produzione delle proprie specialità nutri-
zionali. Un dialogo bidirezionale tra il cliente ed il fornitore
esterno, che agisce da vero e proprio consulente, rappresen-
ta un punto molto importante nello sviluppo del prodotto.
Conclusioni e prospettive
L'industria nutrizionale è ancora molto giovane e, in quanto
tale, molto differenziata, con un largo numero di tipologie
aziendali partecipanti. Grazie al rapido sviluppo, i maggiori
operatori del settore stanno cercando di acquisire posizioni di
preminenza, potenziando la ricerca di nuovi prodotti/nuove
formulazioni al fine di consolidare o far crescere il mercato
delle vendite. I prodotti nutrizionali, rispetto ai normali farmaci,
necessitano infatti di una costante e sistematica innovazione
nel tempo al fine di poter offrire prodotti sempre più efficaci
per l'utilizzatore finale.
Ampliare la fascia di consumatori e rafforzare la credibilità in
questi prodotti resta il compito più importante. Negli Stati Uniti,
una via perseguibile potrebbe essere quella di classificare i
prodotti nutrizionali come "medicina tradizionale", enfatizzan-
do, cioè, il concetto di "naturale" ma contemporaneamente ri-
chiedendo controlli più accurati paragonabili a quelli dei farma-
ci. Recentemente l'Fda, al fine di arginare il rischio di prodotti
in commercio poco controllati e con-
tenenti principi attivi di bassa qualità,
ha comunicato che le aziende produt-
trici di integratori nutrizionali dovran-
no adattarsi alle normative Gmp
(Good Manufacturing Practices) che
oggi regolano la manifattura dei pro-
dotti farmaceutici [17]. In Europa e in
Giappone l'armonizzazione della re-
golamentazione porterà ad un conso-
lidamento del mercato e ad una con-
seguente maggiore sicurezza ed affi-
dabilità dei prodotti medesimi. Le vie
percorribili nel futuro possono essere
sintetizzate nei punti seguenti:
- implementazione degli studi scien-
tifici basati su soluzioni nutrizionali
efficaci;
- identificazione di nuovi obiettivi
dediti a far fronte alla molteplicità
delle attuali patologie;
- pubblicazione di ulteriori studi cli-
nici sostanziati da risultati chiari ed
evidenti;
- ricerca, screening di attivi di deri-
vazione naturale/botanica in grado
di esprimere elevata attività e bio-
disponibilità;
- utilizzo di nuove tecnologie auto-
diagnostiche in grado di controlla-
re per tempo l'esistenza di un par-
ticolare stato patologico (per
Chimica e... Alimentazione
RICH
MAC
Magazine - |seguente>
50 - La Chimica e l'Industria - 85 <precedente|
Tabella 3 - Classificazione di alcuni tra i maggiori operatori del settore
a) Aziende produttrici di integratori dietetici ed alimenti fitoterapici
Nord America
Herbalife, Life Extension, NBTY, Natural Factors, Now Foods, Pharmanex,
Pharmavite, Shaklee, Solgar, Twin Labs, Usana
Europa
Ferrosan (Danimarca); Arkopharma, Lab. Bailleul, Oenobiol (Francia);
Hankintatukku Oy (Finlandia); Klosterfrau, Madhaus (Germania); Guaber,
Medestea, Roeder (Italia); Soria Natural (Spagna); Peter Black, Seven Seas (UK)
Giappone
Abovo, DHC, Fancl, Kanebo
Altri Paesi
Pan Labs (Australia), Deg, Galena (Brasile)
b) Aziende farmaceutiche aventi una divisione Health Consumer attive
nella produzione di Integratori dietetici, alimenti fitoterapici e medicali
Nord America
Abbott, Johnson&Johnson, Warner-Lambert, Wyeth
Europa
Pierre Fabre, Rhone-Poulenc (Francia); Bayer, Lichtwer (Germania);
Angelini, Bracco, Giuliani, Italfarmaco, Menarini, Sigma-Tau (Italia);
Novartis, Pharmaton, Roche (Svizzera); Boots, GlaxoSmithKline (UK)
Giappone
Otsuka, Taisho
Altri Paesi
Achè (Brasile)
c) Aziende alimentari e produttrici di generi di largo consumo impegnate
nello sviluppo di alimenti funzionali e fortificati
Nord America
Nabisco, Pepsi, Procter&Gamble, Unilever
Europa
Chr-Hansen, Md-Foods (Danimarca), Valio (Finlandia), Danone (Francia),
Kraft (Germania), Also, Parmalat (Italia), Nutricia (Olanda), Nestlé (Svizzera)
Giappone
Asahi, Calpis, Kirin-Asupro, Yakult-Honsha
Altri Paesi
Namyang, Pasteur Milk (Corea del Sud)
Tabella 2 - Spesa pro-capite (espressa in USD) di alimenti
nutrizionali ripartita per aree geografiche