background image
Le vendite di integratori dietetici,
alimenti funzionali, medicali e fito-
terapici hanno fatto registrare un
aumento del 20% raggiungendo
un fatturato complessivo di 120 mi-
liardi USD con una crescita media
annua attestata al 7%. Nord Ame-
rica (Usa-Canada), Europa e Giap-
pone coprono complessivamente
circa l'80% delle vendite globali.
Un positivo segnale di crescita è
dato anche dalle restanti aree geo-
grafiche (vedi Tabella 1) [14].
Il mercato nordamericano resta il
più importante del settore, rico-
prendo il 35% del fatturato globale;
la categoria degli integratori diete-
tici si attesta ad oltre il 50% delle
vendite locali complessive; tale
grandezza è dovuta ad una combi-
nazione di fattori, includendo in pri-
mo luogo una legislazione meno
restrittiva che supporta lo sviluppo
del mercato, permettendo di indi-
care in maniera più sostanziale i
vantaggi offerti/ promessi dal pro-
dotto ed una importante propen-
sione del consumatore all'acquisto
di tali alimenti nutrizionali.
L'Europa, secondo mercato mon-
diale in termini di importanza di
fatturato, è ancora sottoposto a di-
verse regolamentazioni nazionali
che ne rallentano sensibilmente la
crescita (ad esempio in Germania
gli integratori nutrizionali possono
essere venduti solo in farmacia o
in negozi specializzati senza il
supporto di alcuna indicazione dei
benefici). Il consumo pro capite ri-
sulta essere inferiore a quello nor-
damericano, ma la discrepanza di
fatturato rispetto a quest'ultimo è
dovuta principalmente all'inferiore
prezzo di vendita del prodotto fini-
to. Si riscontra infatti un incremen-
to tendenziale del volume di pro-
duzione pari al 5% ma un decre-
mento del 2-3% relativo al valore.
Questo fatto dovrebbe comunque
favorirne una maggiore acquisibi-
lità da parte del consumatore.
Il mercato nutrizionale in Giappo-
ne rappresenta un mercato in for-
te sviluppo con una crescita di fat-
turato annuo di oltre il 10%. Inoltre
la spesa pro-capite per l'alimenta-
zione dietetica risulta essere la più
alta in assoluto con 166 USD (ve-
di Tabella 2) [15]. Il Giappone
vanta un sistema regolatorio ben
definito con l'impegno degli organi
governativi a supportare le ricerche
nel settore ed a diffondere una cor-
retta informazione sull'utilizzo degli
integratori alimentari. Molti prodotti
dietetici, quali i probiotici (fermenti
lattici attivi), considerati "di nuova
concezione" in vari mercati mon-
diali, hanno invece una lunga storia
commerciale in Giappone e sono
annoverati tra le specialità princi-
pali del settore. America Latina,
Africa, Asia ed Oceania chiudono
con un fatturato inferiore al 20%,
valore comunque destinato a cre-
scere sensibilmente nel tempo.
L'industria nutrizionale
I prodotti destinati ad un'alimenta-
zione particolare rappresentano
oggigiorno una fonte consolidata di
guadagno nel mercato mondiale
grazie all'incremento annuale di
vendita ed allo sviluppo di nuovi
prodotti [16].
Importanti aziende alimentari e
compagnie farmaceutiche multina-
zionali, riconoscendo il provento
economico che offre questo nuovo
settore, hanno costituito una vera e
propria divisione nutrizionale inve-
stendo notevoli risorse.
Alcune aziende farmaceutiche pro-
duttrici di attivi, tra cui Roche, Basf
in campo vitaminico-minerale ed
Indena in campo botanico, hanno
intrapreso progetti che possono es-
sere definiti analoghi al "drug di-
scovery" e considerano questo
nuovo sviluppo, parallelo all'attività
svolta in campo farmacologico.
Il segmento nutrizionale (integratori
dietetici e botanici) risulta essere
molto attraente all'azienda farma-
ceutica sia per i costi ridotti di ricer-
ca (sperimentazione e stesura di
Dmf "Drug Master File") sia per il li-
mitato aspetto legislativo che rego-
la l'immissione sul mercato di un
nuovo prodotto.
Importanti aziende (vedi Tabella 3)
che hanno intrapreso questa atti-
vità con prodotti nutrizionali dedica-
ti ne sono un'evidente testimonian-
za. Numerose aziende "minori" so-
no attese intraprendere la medesi-
ma scelta nel breve tempo, visti i ri-
sultati ottenuti dai gruppi multina-
zionali. Le aziende alimentari, pa-
rallelamente alle farmaceutiche,
hanno dimostrato una notevole atti-
vità nel settore nutrizionale, pur dif-
Chimica e... Alimentazione
85 - |seguente> - 49
RICH
MAC
Magazine - Ottobre 2003 <precedente|
Tabella 1 - Previsione anno 2003 relativa al
fatturato globale degli alimenti dietetici ripartita
per aree geografiche (a) e tipologie di prodotti b)
a) Area geografica
Milioni USD
Nord America
42.000 (35%)
Europa
36.000 (30%)
Giappone
22.000 (18%)
Altri Paesi
20.000 (17%)
Totale
120.000 (100%)
b)