background image
stesso". Si presentano sotto forma di alimento, contrariamente
alle forme farmaceutiche degli integratori dietetici, possono o
debbono essere consumati come complemento nella dieta
quotidiana e contribuiscono a regolare un particolare processo
corporeo quale l'aumento dei meccanismi biologici di difesa o
di prevenzione di una specifica patologia (cardiocircolatoria,
vascolare, ipertensione, obesità...). Alcuni esempi di "alimenti
fortificati" possono essere considerati latte o yogurt contenenti
una quantità prestabilita di calcio e/o acidi grassi omega-3, be-
vande arricchite con vitamine e minerali ecc. 5].
Alimenti fitoterapici
Un importante e significativo passo avanti nello sviluppo di
nuovi alimenti funzionali lo si deve agli estratti botanici. Molti
alimenti nutrizionali sono infatti basati su estratti botanici di-
rettamente ricavati da piante selezionate. Considerando la
moltitudine di piante officinali con attività farmacologia (oltre
500 specie), resta ancor oggi molto complessa e delicata la
selezione dei principi attivi adatti.
Tali ingredienti debbono essere sicuri ed avere molto ben do-
cumentate le relative attività e dosaggio giornaliero per chi li
utilizza. Per tale motivo, solo poche aziende del settore sono
oggigiorno in grado di garantire le considerazioni sopra ripor-
tate fornendo prodotti di alta qualità, di origine controllata con
processi di estrazione e di purificazione validati e supportati
da sperimentazioni cliniche. Gli alimenti fitoterapici possono
essere inoltre classificati come integratori dietetici se utilizzati
in combinazione con categorie di ingredienti quali vitamine,
minerali, fibre, fosfolipidi ecc. [6, 7].
Alimenti medicali
Può essere considerata una categoria di prodotti nutrizionali di
confine ("border line"). I suddetti alimenti sono formulati per es-
sere consumati o somministrati esclusivamente sotto la super-
visione medica. Sono consigliati solitamente in patologie che ri-
chiedono una dieta specifica. Le formulazioni di un alimento
medicale possono fornire sia un dosaggio equilibrato di nu-
trienti, quali proteine, grassi, carboidrati, vitamine e minerali,
sia una combinazione di uno o più nutrienti specifici atti a com-
pensare un'insufficienza degli stessi in individui con evidenti
carenze (problemi di metabolismo, assorbimento o malattie
congenite) [8].
Regolamentazione
Per le singole categorie di prodotti è di seguito riportata.una
breve descrizione degli aspetti legislativi negli Stati Uniti
d'America (US), Comunità Europea (EU) e Giappone (J),
paesi dove il settore ha maggiore rilevanza [9].
Integratori dietetici
- US. La definizione formale esiste con il termine Dshea (Die-
tary Supplement Health and Education Act), regolamentato
dalla Fda (Food and Drug Administration) [10].
- EU. Non esiste ancora una legge europea che definisca la re-
golamentazione comune per tutti i Paesi della Comunità; attual-
mente si sta discutendo un disegno legislativo che definisca le
varie categorie di ingredienti ammessi e le relative quantità.
Gli integratori dietetici sono attualmente regolamentati in Italia
dal decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 111 che ne defini-
sce il dosaggio giornaliero (Rda, Recommended Daily Al-
lowances). Il presente decreto definisce i prodotti in questione
come "prodotti destinati ad una alimentazione particolare". La
composizione deve quindi essere appositamente studiata per
far fronte ad esigenze nutrizionali tali da conferirne una desti-
nazione particolare [11, 12].
- J. Appartengono a tale gruppo prodotti di varie categorie: 1)
Foshu (Food for Specified Health Use, logo che compare
nell'etichetta del prodotto finito) che dall'anno 1992 ha sostitui-
to il termine "Functional food" precedentemente applicato; i
prodotti Foshu sono attentamente esaminati e analizzati per la
loro sicurezza ed efficacia e la loro attività è sostanziata da
precise rivendicazioni di effetti che sono state approvate dal
governo giapponese; a tutto dicembre 2002, i prodotti annove-
rati nella lista Foshu erano 324 mentre sono previste nel 2003
circa 20-30 nuove ammissioni; 2) Fnfc (Food with Nutrient
Function Claims); i prodotti appartenenti a questa categoria
non possono sostanziare la propria attività in etichetta ma de-
vono limitarsi ad una semplice indicazione del contenuto (per
esempio: "il calcio è un elemento necessario alla formazione
di ossa e denti"); 3) Gfc (General Food Categories) dove il
prodotto non riporta alcuna descrizione circa l'attività [13].
Alimenti funzionali e fortificati
- US. Non esiste una vera e propria legislazione per tale cate-
goria di prodotti. I principi attivi nutrizionali contenuti negli ali-
menti fortificati (per esempio vitamine, minerali ecc.) sono
classificati secondo le tabelle Rda locali.
- EU. Per tale categoria di prodotti si segue la regolamentazione
relativa agli integratori dietetici valutandone l'attivo contenuto.
- J. Sono annoverati nelle categorie Foshu, Fnfc e Gfc come
"alimenti speciali contenenti ingredienti che provvedono con
specifiche attività alla salute del consumatore".
Alimenti fitoterapici
- US. Sono soggetti alla regolamentazione Dshea. Estratti
botanici standardizzati vengono aggiunti ad integratori diete-
tici o alimenti funzionali che forniscono apporti predefiniti di
vitamine, minerali, amminoacidi, fermenti lattici, fosfolipidi, fi-
bre alimentari.
- EU. Non esiste una regolamentazione specifica applicabile
a tale categoria di prodotti. Secondo il codice legislativo la
permissività per l'utilizzo di determinati estratti botanici varia a
seconda del Paese di commercializzazione. Si consideri ad
esempio che l'estratto del Ginkgo Biloba e dell'Iperico sono in
Germania farmaci a tutti gli effetti e la loro somministrazione
avviene tramite prescrizione medica; gli stessi prodotti in Italia
sono annoverati tra i comuni integratori alimentari.
- J. Vale la descrizione riportata per gli alimenti funzionali e
fortificati.
Alimenti medicali
- US. Sono regolamentati dalla Fda Office of Special Nutritio-
nals che ne discrimina caso per caso la legalizzazione per il
commercio.
- EU e J. Tale categoria di prodotti è considerata come farma-
co a tutti gli effetti e pertanto regolamentata come tale.
La struttura del mercato
Nonostante alcune difficoltà originate dalle vigenti legislazioni
che regolano il commercio dei prodotti finiti nei diversi territori,
l'industria nutrizionale globale ha mantenuto una buona cre-
scita negli ultimi anni (1998-2002).
Chimica e... Alimentazione
RICH
MAC
Magazine - |seguente>
48 - La Chimica e l'Industria - 85 <precedente|