Torna all'indice delle Notizie 

Torna all'indice de La Chimica e l'Industria

 

La malaria

Quattro sono le specie principali del Plasmidium, il parassita che
provoca la malaria in grado di infettare l’uomo, ma sia il P. falciparum
sia il P. anopheles sono le specie più attive che ogni anno in
Africa provocano più di 500 milioni di nuovi contagi, con 1-2 milioni
di morti, specialmente in età infantile.
La malattia inizia con febbre e brividi, seguiti da una prostrante
anemia, convulsioni, coma, insufficienza cardiaca e polmonare e
infine morte. In rarissimi casi, dopo ripetute infezioni, si acquisisce
l’immunità. Ciò induce la speranza che un vaccino possa bloccare
l’infezione.
Il problema, in Africa, si è ora molto più complicato con l’esplosione
pandemica di Aids che scoraggia il ricorso alle trasfusioni di
sangue per guarire le anemie provocate dalla malaria.
Fino al ventesimo secolo la malaria infieriva anche in località, ora
praticamente immuni, come il Nord Europa e gli Stati Uniti centro
settentrionali. Ivi, dopo la grande guerra, si combatté la malaria
prosciugando gran parte del territorio, distribuendo tra la popolazione
pastiglie di chinino e installando migliaia di metri quadrati di
zanzariere alle porte e alle finestre. Poi, quando giunse l’epoca
d’oro del DDT, si eliminarono praticamente tutte le zanzare.
Nello scorso decennio sono stati fatti progressi significativi. Nel
1998 una collaborazione tra OMS e Banca Mondiale ha definito la
malaria una delle tre pandemie che si sperano di sconfiggere e le
Nazioni Unite hanno creato un Global Fund per combattere mala-ria,
tubercolosi e Aids. Nel 2005 Bush ha annunciato stanziamen-ti
di 1,2 miliardi di dollari per combattere la malaria in Africa con
zanzariere intrise di insetticidi, irrorazione degli interni e terapie
basate sulla combinazione di farmaci. La Banca Mondiale sovvenzionerà
i trattamenti a base di artemisina e la Bill & Melinda Gates
Foundation stanzierà finanziamenti per 258 milioni di dollari a favore
dei vaccini anti-malarici e del controllo delle zanzare.
Nel 2004 sono stati spesi, per la lotta alla malaria, 323 milioni di
dollari, cifra circa 10 volte inferiore all’importo postulato per dimezzare
le morti da malaria entro il 2010.


G. Panosian Dunavan et al., Le Scienze, febbraio 2006.

 

 

Diretta dal prof. Ferruccio Trifirò, La Chimica e l'Industria offre al lettore numerose rubriche di grande interesse. Riprendiamo in questa sezione di Minerva le notizie scelte dal prof. Lamberto Malatesta, e pubblicate nella rubrica "Flash dalle Riviste".

 

 

Il sito contiene oltre 1000 pagine. Usate il motore di ricerca!

 

Dizionario di Chimica e di Chimica Industriale

Per agevolare la lettura degli articoli è disponibile un Dizionario di Chimica e di Chimica Industriale