Torna all'indice delle Notizie 

Torna all'indice de La Chimica e l'Industria

 

Benefici dell’olio di oliva extravergine

È stato ora scoperto che un componente dell’olio di oliva extravergine,
la dialdeide oleocantale, ha gli stessi effetti dell’ibuprofene nell’inibire
enzimi. Quest’ultimo produce dei benefici sulla salute a lungo
termine per le sue proprietà antinfiammatorie, ma irrita in certi casi la
gola. Nell’olio di oliva extravergine si è notata una sensazione simile,
ma nella ricerca che ne è seguita è risultato che l’effetto sulla gola
era dovuto invece all’oleocantale. Ora, questo non ha alcuna somiglianza
chimica con l’ibuprofene, se non nel modo in cui esso irrita
la gola e inibisce gli enzimi infiammatori COX-1 e COX-2. Risulta da
ciò che l’assunzione di olio di oliva extravergine, e quindi la dieta
mediterranea, di cui l’olio costituisce il pilastro centrale, è associato
a molti benefici, simili a quelli dell’aspirina e dell’ibuprofene.

K. Sanderson, Chemistry World, ottobre 2005, 17.

 

Struttura dell'ibuprofene

 

 

Diretta dal prof. Ferruccio Trifirò, La Chimica e l'Industria offre al lettore numerose rubriche di grande interesse. Riprendiamo in questa sezione di Minerva le notizie scelte dal prof. Lamberto Malatesta, e pubblicate nella rubrica "Flash dalle Riviste".

 

 

Il sito contiene oltre 1000 pagine. Usate il motore di ricerca!

 

Dizionario di Chimica e di Chimica Industriale

Per agevolare la lettura degli articoli è disponibile un Dizionario di Chimica e di Chimica Industriale