Torna all'indice delle Notizie 

Torna all'indice de La Chimica e l'Industria

 

Dov’è lo xeno che scarseggia nell’atmosfera?

Le quantità di xeno presente nell’atmosfera terrestre e di Marte è
assai inferiore a quella degli altri gas nobili. Siti nei quali questo gas
potrebbe essersi nascosto potrebbero essere ghiacci, clatrati o
sedimenti, in nessuno dei quali però lo xeno è stato ancora rilevato.
Il geofisico Sanloup, dell’Università Curie di Parigi, ha dimostrato ora
che ad alte pressioni e temperature questo gas, insolitamente inattivo,
può legarsi, nel quarzo, in modo covalente con l’ossigeno. Ciò
suggerisce che lo xeno possa esistere in strati di quarzo presenti
nelle profondità della Terra, circostanza che facilmente sfugge all’osservazione perché lo xeno si allontana immediatamente in assenza
di pressione. Questi scienziati introdussero, per provare questa teoria,
quarzo e xeno in una cella di platino e li posero ad alta pressione
e temperatura, studiando il contenuto con sincrotrone a raggi X.
Si pensa che lo xeno sposti gli atomi di silicio nel reticolo cristallino.

C. Sanloup, Science, 2005, 310, 1174.

 

 

Diretta dal prof. Ferruccio Trifirò, La Chimica e l'Industria offre al lettore numerose rubriche di grande interesse. Riprendiamo in questa sezione di Minerva le notizie scelte dal prof. Lamberto Malatesta, e pubblicate nella rubrica "Flash dalle Riviste".

 

 

Il sito contiene oltre 1000 pagine. Usate il motore di ricerca!

 

Dizionario di Chimica e di Chimica Industriale

Per agevolare la lettura degli articoli è disponibile un Dizionario di Chimica e di Chimica Industriale