Torna all'indice delle Notizie 

Torna all'indice de La Chimica e l'Industria

 

L’incidente di Chernobyl

Fino ad oggi 56 persone sono morte per le radiazioni emesse
durante l’incidente di Chernobyl e 4 mila hanno sviluppato cancro
alla tiroide, ma dopo gli opportuni trattamenti quasi tutti sono
sopravvissuti. In generale non si sono osservate contaminazioni
nell’area all’intorno del focolaio che possano porre una sostanziale
minaccia alla salute dei residenti. Un problema diverso e grave
consiste nelle preoccupazioni psicologiche e sociali dei sopravissuti.
Infatti molti tra quelli esposti alla radiazione si considerano vittime
che hanno perso il controllo della loro vita, cosa che pone un
problema più grave dell’esposizione alle radiazioni.
Tra le molte raccomandazioni che si pongono vi sono quelle di
migliorare le attenzioni alla salute, incoraggiare la produzione di cibi
sani e gli investimenti nelle aree meno contaminate. Si deve altresì
migliorare il piano per maneggiare i residui dell’esplosione e per
monitorare continuamente il possibile insorgere di sintomi di cancerogenicità.

D. Hanson, Chem. Eng. News, 12 settembre 2005, 11. 

 

 

Diretta dal prof. Ferruccio Trifirò, La Chimica e l'Industria offre al lettore numerose rubriche di grande interesse. Riprendiamo in questa sezione di Minerva le notizie scelte dal prof. Lamberto Malatesta, e pubblicate nella rubrica "Flash dalle Riviste".

 

 

Il sito contiene oltre 1000 pagine. Usate il motore di ricerca!

 

Dizionario di Chimica e di Chimica Industriale

Per agevolare la lettura degli articoli è disponibile un Dizionario di Chimica e di Chimica Industriale