Scheda sullo stronzio-90

La Società Chimica Americana e il tecnocrate

 

Le informazioni della ACS, American Chemical Society:

Lo stronzio-90 si genera durante le esplosioni nucleari o nei reattori nucleari nel processo di fissione dei nuclei pesanti, come l’uranio-235 e il plutonio-239. Lo stronzio appartiene allo stesso gruppo del calcio - e questa è la principale causa della sua pericolosità. Quando è ingerito o inalato, lo stronzio radioattivo è metabolizzato nello stesso modo del calcio e si fissa nelle ossa, con rischio di cancro, specialmente cancro delle ossa e leucemia.

Un pericolo biologico può essere causato dallo stronzio-90 anche quando è fuori dal corpo. Quando le particelle emesse sono fermate dall’aria, da liquidi o solidi avviene una emissione di raggi X, che possono penetrare nel corpo, causare la ionizzazione di molecole e accrescere il rischio di cancro.

Poco più di 10 µg di Sr-90, se inalati in forma insolubile, potrebbero dare una dose sufficiente di radiazioni da causare il cancro con alta probabilità.

Informazioni tratte da una scheda di A. Makhijani, INSTITUTE FOR ENERGY & ENVIRONMENTAL RESEARCH. La scheda è pubblicata nel sito ufficiale della Società Chimica Americana, alla pagina: http://pubs.acs.org/cen/80th/print/strontium.html 

L’opinione del tecnocrate:

Lo stronzio-90 causa può causare solo danni molto piccoli agli esseri umani. Emette solo particelle alfa, che possono essere fermati dall’aria dopo percorsi di qualche piede di lunghezza, da un foglio di carta, od anche la vostra pelle. Le bruciature esterne che risultano da intimo contatto con stronzio-90 concentrato sono indistinguibili da qualsiasi altra ustione e guariscono nello stesso modo. Il solo pericolo significativo dello stronzio-90 si verifica quando è ingerito ed è fissato nelle ossa, dove agisce sul midollo osseo e può alla fine causare uno di parecchi cancri (can eventually cause one of several cancers). Fortunatamente (fortunately), il corpo espelle lo stronzio abbastanza rapidamente, così, anche quando è ingerito, il pericolo alla fine si allontana. Può persistere intorno nell’ambiente per circa 30 anni, ma ci possiamo convivere.

Opinioni tratte dal sito http://www.argee.net/. Dr. Williscroft ha un ricco curriculum come militare e come civile. I titoli accademici sono: B.Sc. in Oceanography and Meteorology, University of Washington, M.Sc. e Ph.D. in Engineering dalla California Coast University.