il settore dell’auto, sempre sulla scia del feno - meno congiunturale che ha caratterizzato in modo particolare la produzione italiana, ha fatto registrare valori decisamente negativi con qualche prospettiva di leggero miglioramento per l’anno 2004; l’industria elettronica, dopo diversi anni di peg - gioramento, sembra ora essersi stabilizzata, facendo mostrare qualche dato interessante non tanto nel settore dell’elettronica di base, quanto in quello dell’industria secondaria del - l’assemblaggio di componenti destinate all’au - tomazione delle autovetture e al settore della telefonia; l’industria chimica ha fatto registrare una forte flessione che, oltre all’aspetto legato alla con - correnza dei Paesi emergenti, è stata ulterior - mente appesantita dal deprezzamento del dol - laro sui mercati valutari . Altri settori specialistici, con un peso però deci - samente inferiore in termini di volumi, hanno invece mostrato trend di crescita interessanti . Si segnalano: - il settore ambientale; - il settore alimentare; - l’industria del vetro; - i gas puri per uso scientifico/analitico . È invece ancora modesta la ripresa del settore legato alle opere pubbliche . La domanda di gas per uso medicinale si è man - tenuta stabile, con qualche risultato positivo otte - nuto più che altro nella vendita dei servizi . È invece sempre più pesante, quasi al limite del collasso, la situazione dei ritardi dei pagamenti delle ASL per le forniture, con notevole penaliz - zazione per le aziende del settore . Le previsioni per il 2004, inizialmente moderata - mente ottimistiche, sembrano già disattese dal - l’evidenza dei primi mesi dell’anno, caratterizzati dall’incertezza sull’evoluzione della guerra in Irak e dal timore di possibili attentati terroristici . Fanno parte di Assogastecnici 24 aziende con un fatturato di circa 1 miliardo di euro, che rappre - sentano circa il 95% del mercato nazionale . L’Associazione è articolata in due gruppi mer - ceologici: Il Gruppo Gas Tecnici e Speciali, che rappre - senta il settore dei gas destinati a usi indu - striali, tecnologici e di ricerca; Il Gruppo Gas Medicinali, che rappresenta il set - tore dei gas per uso terapeutico e diagnostico . Il Gruppo Gas Tecnici e Speciali Nel corso dell’anno 2003, il Gruppo merceolo - gico Gas Tecnici e Speciali è stato fortemente impegnato sui seguenti quattro temi prioritari: Sicurezza, Schede Dati di Sicurezza, Trasporti, Energia . Sicurezza L’attività del Comitato Sicurezza Gas si è focaliz - zata sullo sviluppo delle procedure per l’istitu - zione di un Premio Assogastecnici per la sicurezza sui luoghi di lavoro, in analogia con quanto rea - lizzato a livello europeo dall’associazione di set - tore EIGA . È stata pubblicata una versione aggiornata delle linee guida “Statistiche Infortuni sul lavoro” e l’e - dizione 2003/2004 del bando di concorso per il premio stesso . Sempre nel corso dell’anno, il Comitato ha rea - lizzato le “Linee guida per l’applicazione del d . lgs . 12 giugno 2003, n . 233 (ATEX) al settore dei gas tecnici” . Il decreto costituisce infatti il recepi - mento della cosiddetta direttiva ATEX II, orien - tata a integrare la normativa di sicurezza sul lavoro (d . lgs . n . 626/94) con la protezione da atmosfere esplosive . Prosegue inoltre l’ordinaria attività di discussione e approfondimento di incidenti e mancati inci - denti, raccolta ed elaborazione di statistiche di sicurezza, realizzazione di linee guida e informa - zioni di sicurezza, monitoraggio e interpretazione della normativa di sicurezza . Sempre in tema di sicurezza, il Comitato Tecnico dell’Associazione ha approfondito, in collabora - zione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, alcune problematiche di sicurezza con - nesse con alcune tipologie di bombole di fabbri - cazione IMZ, per le quali è stata successivamente disposta una revisione straordinaria con il metodo a ultrasuoni . Il Comitato Tecnico ha anche realizzato, nel marzo 2003, un seminario di aggiornamento sull’appli - cazione della Direttiva sugli apparecchi a pres - sione fissi (PED), per la quale si attende ancora un importante decreto di attuazione dell’art . 19 del d . lgs . 25 febbraio 2000, n . 93 . Nella seconda metà dell’anno, il Comitato Tecnico ha approfondito alcuni aspetti di sicurezza con - nessi con l’esercizio di impianti on - site per lo stoc - caggio e la vaporizzazione di gas criogenici lique - fatti, a seguito di un grave incidente verificatosi prima dell’estate . 91

              

< Precedente | Indice del Rapporto | Seguente >

Minerva    La Chimica e l'Industria  Motore di ricerca interno