dare

 l’analisi dei bilanci delle imprese italiane produttrici di vernici . Il rapporto, commissionato dal Gruppo Pitture e Vernici a Prometeia, è giunto alla sua quarta edizione e analizza i comporta - menti, le dinamiche competitive e lo stato di salute del settore dei prodotti vernicianti a par - tire dai dati di bilancio del campione, costituito da 109 imprese . La ricerca consta di un rapporto scritto e di un CD, predisposto in forma di iper - testo, contenente le informazioni ricavate per un arco di cinque anni (1997 - 2002) . È da segnalare inoltre l’impegno da sempre profuso nella pro - mozione della nostra industria presso realtà estere . Si inquadrano in questo contesto le ini - ziative condotte, anche nell’anno passato, in col - laborazione con la Direzione Centrale Analisi Economiche - Internazionalizzazione di Feder - chimica e ICE . Tra queste, ricordiamo una mis - sione di operatori indiani interessati a rapporti di collaborazione con produttori di vernici . Durante gli incontri, tenuti dal 13 al 15 Otto - bre 2003, è stata anzitutto illustrata l’industria delle vernici italiana agli operatori esteri e, suc - cessivamente, i rappresentanti delle aziende nazionali produttrici di vernici hanno potuto incontrare gli operatori esteri per approfondire i reciproci interessi e stabilire i possibili ambiti di collaborazione . A questa esperienza hanno fatto seguito incontri bilaterali, avvenuti tra il 17 e il 19 Novembre 2003, con operatori pro - venienti dai Paesi baltici (Estonia, Lettonia, Litua - nia) interessati a entrare in contatto con pro - duttori italiani di vernici per accordi commer - ciali . Il ricco programma procederà con la rea - lizzazione di nuove missioni, tutte volte a valo - rizzare il potenziale della nostra industria e a promuoverne l’internazionalizzazione . In ambito settoriale è invece di rilievo l’iniziativa promossa dal settore “Vernici per Yachting” che si prefigge di diffondere la cultura scientifica e tecnologica del settore attraverso corsi di for - mazione sui prodotti presso gli Istituti Navali . Attraverso la realizzazione dei corsi, gli operatori intendono collaborare attivamente con il mondo della formazione - in questo caso della scuola del - l’obbligo per l’introduzione nei programmi didat - tici di percorsi formativi in linea con le esigenze dell’industria . Con la politica dei piccoli passi si intende avviare un programma di più ampio respiro che realizzi l’obiettivo di formare le nuove generazioni di tecnici di laboratorio . Sul piano internazionale è di grande rilievo il dibattito in corso sul futuro assetto del CEPE - il Consiglio Europeo dell’industria delle vernici, degli inchiostri e dei colori d’arte - a cui l’Associazione aderisce, e sui riflessi dei cambiamenti in discus - sione sulle Associazioni nazionali . Sempre nel - l’ambito del CEPE, l’associazione ha collaborato alla redazione di un documento sull’impatto del futuro sistema REACH sul settore . Il documento è destinato alla più ampia distribuzione, allo scopo di presentare le serie preoccupazioni dell’indu - stria dei prodotti vernicianti sull’adozione delle misure previste dalla proposta di regolamento comunitario . Gas tecnici, speciali e medicinali Le indicazioni di preconsuntivo relative all’anno 2003 indicano un forte rallentamento dei dati di produzione e di vendita del settore (+2 . 5% la pro - duzione annua in termini reali) . Il costo dell’energia elettrica è tornato ad assestarsi intorno ai valori dell’estate 2002, dopo una punta massima raggiunta nel giugno del 2003 . Tuttavia, rispetto ai costi dell’anno 2000, l’incremento com - plessivo può essere stimato intorno al 25% . In realtà, il problema dell’energia elettrica deve essere considerato nella sua globalità, vale a dire in ter - mini di costo, ma anche tenendo conto della grave carenza di risorse che ha portato a un uso mas - siccio delle interruzioni . Queste interruzioni, non solo hanno sensibilmente ridotto il vantaggio eco - nomico delle aziende che avevano sottoscritto con - tratti interrompibili, ma hanno anche pesato sulle aziende che possedevano altri tipi di contratti . Si sono infatti verificate diverse interruzioni gene - ralizzate, fra le quali si deve annoverare il ben noto black - out del 28 settembre 2003 . Per quanto riguarda i settori di sbocco, sempre relativamente all’andamento del mercato nel 2003, si possono fare le seguenti valutazioni: la siderurgia ha complessivamente mante - nuto, sia pure con difficoltà, i livelli del 2002, con un leggero trend positivo sugli acciai spe - ciali che ha compensato il dato negativo riguardante la metallurgia tradizionale e la fonderia; la cantieristica si è mantenuta anch’essa sostan - zialmente stabile, mostrando qualche segnale di timido miglioramento per il prossimo futuro; 90 La chimica e i suoi settori Seconda Parte

              

< Precedente | Indice del Rapporto | Seguente >

Minerva    La Chimica e l'Industria  Motore di ricerca interno