Complessivamente,

 questa strategia basata al tempo stesso sulla specializzazione in specifiche e ben delimitate nicchie di mercato e sulla con - quista ininterrotta di nuovi mercati esteri, si è rivelata di successo . Queste imprese , nel loro seg - mento, si sono spesso affermate come leader a livello mondiale . Le nuove sfide per le PMI chimiche I casi di successo analizzati mostrano essenzial - mente medie imprese chimiche italiane che hanno saputo affrontare le sfide del mercato globale e dell’innovazione e che sono state in grado di tenere lontana la concorrenza dei produttori emergenti, di rivitalizzare continuamente i propri prodotti, evitando di farli diventare commodities, e quindi di crescere . Il rischio principale che corrono oggi le PMI chimiche in un contesto di crescente con - correnza internazionale è invece quello di rima - nerne schiacciate e di non riuscire più a crescere . Esistono infatti delle difficoltà oggettive . Diventa fondamentale fare un salto qualitativo verso una ricerca strutturata, ma le PMI soffrono di una minore disponibilità di risorse e hanno dif - ficoltà ad entrare in contatto con la Ricerca Pub - blica . L’internazionalizzazione, non solo commerciale ma anche produttiva, è l’unica via per cogliere le opportunità e neutralizzare le minacce della globalizzazione e della crescente concorrenza internazionale, tuttavia le PMI hanno minori pos - sibilità di delocalizzare e si trovano quindi in una posizione più fragile . Vi è una crescente attenzione da parte delle Auto - rità e dell’opinione pubblica ai temi della salute, della sicurezza e della protezione ambientale che richiede, soprattutto in un settore come quello chimico ancora percepito come “a rischio”, di mostrare un impegno aziendale deciso e respon - sabile, ma è chiaro che ciò risulta più oneroso per le PMI che hanno strutture organizzative e risorse limitate . Considerati la diffusione, la pervasività e il ruolo delle PMI chimiche, è chiaro che i rischi che gra - vano su di esse rappresentano una minaccia alla sopravvivenza stessa dell’intero sistema industriale italiano . Le politiche pubbliche dovrebbero quindi, da un lato intervenire attivamente per favorire i processi di sviluppo delle PMI, alleviandone il vin - colo dimensionale, dall’altro mostrare nell’elabo - razione delle normative una sensibilità e un’at - tenzione specifiche, per evitare che queste rap - presentino un ulteriore elemento penalizzante, dannoso per la loro competitività e di ostacolo alla loro crescita . Impatto delle normative sulle PMI chimiche I rischi legati a normative mal concepite sono notevoli per tutta l’industria chimica italiana ed europea a causa della particolare sensibilità del settore al contesto in cui si trova a operare, ma sono particolarmente preoccupanti per le imprese più piccole . La tutela della salute e della sicurezza e la protezione ambientale rappresentano infatti una delle problematiche più complesse che una PMI chimica è chiamata ad affrontare . Infatti, il rispetto delle numerose normative esistenti e di quelle in via di approvazione costituisce un onere sempre più gravoso per imprese già vincolate da risorse economiche limitate a causa della loro dimensione . È evidente come una PMI chimica risulti penalizzata sotto un duplice aspetto: 38 Il volto nuovo della chimica italiana: analisi sulle piccole e medie imprese Capitolo 3

              

< Precedente | Indice del Rapporto | Seguente >

Minerva    La Chimica e l'Industria  Motore di ricerca interno