Membrane

 bitume - polimero Con il nome di membrana bitume polimero (MBP), si definisce un prodotto utilizzato in edilizia per l’impermeabilizzazione delle coperture piane e caratterizzato da una tecnologia particolare, svi - luppata principalmente in Italia . La storia del - l’impermeabilizzazione è antichissima e legata alla primaria necessità dei primi insediamenti umani di proteggersi dalle acque meteoriche . Tra - lasciando chiaramente le prime tipologie e tecni - che utilizzate, occorre soffermarsi sui prodotti che per primi sono stati utilizzati su scala industriale . Intorno agli inizi del secolo scorso, con l’affer - marsi di tipologie costruttive a copertura piana, venne utilizzato il catrame, disponibile in grande quantità in quanto sottoprodotto della distilla - zione del carbon fossile e del legno . In seguito, e in considerazione della sua bassissima resistenza meccanica, il catrame venne utilizzato combinato a diversi supporti, ad esempio, fogli di carton - feltro o di juta . Con l’avvento del petrolio, il catrame venne sosti - tuito dal bitume, il quale, attraverso una lavora - zione ad hoc, mostrava caratteristiche reologiche più adeguate . Con la scoperta della polimerizza - zione stereospecifica del polipropilene a opera del professor Natta, i produttori italiani utilizzarono la compatibilità fra il bitume e il polipropilene atattico, residuo di lavorazione di quello isotat - tico, per produrre le membrane bitume polimero in abbinamento con nuovi tipi di armatura, il velo - vetro ad esempio, o, più tardi, in “tessuto non tes - suto” di poliestere . Oggi, sia che si tratti di fabbricati nuovi (pochi), sia di rifacimenti (più diffusi) si impermeabiliz - zano non soltanto le terrazze e i tetti piani in genere, ma anche i tetti a falde (impermeabiliz - zazioni sottotegola), le fondazioni, i locali interni umidi e le opere di ingegneria civile, i viadotti, i bacini, i canali e le gallerie . Nel Gruppo produttori membrane bitume poli - mero (MBP) sono presenti 19 imprese che hanno venduto, nel corso del 2003, circa 230 milioni di metri quadrati, di cui oltre il 30 per cento sui mer - cati esteri con un fatturato di circa 400 milioni di euro . Rispetto al 2002, si registra un calo marcato del mercato estero, a fronte di un incremento di vendite nel mercato nazionale . Nel corso del 2003, il Gruppo produttori mem - brane bitume polimero ha indirizzato gran parte dei propri sforzi nelle attività tecniche, a livello sia internazionale che nazionale . I tecnici e la segreteria del Gruppo hanno infatti partecipato a numerose riunioni a livello CEN per seguire l’iter di definizione delle norme per l’at - testazione di conformità dei prodotti e per l’at - tribuzione del marchio CE (dettati dalla Direttiva 89/106/CEE sui prodotti da costruzione) . L’iter legislativo è ormai giunto quasi al termine . Si pre - vede che tra 2 o al massimo 3 anni le aziende avranno l’obbligo di apporre il marchio CE sui prodotti per la libera circolazione delle merci in ambito europeo . A seguito di queste attività di normazione, occorre ricordare anche che il Gruppo ha collaborato in ambito italiano con l’ICITE per l’analisi e la revisione delle Direttive UEAtec . A livello europeo, il Gruppo partecipa attivamente in ambito BWA (Bitumen Waterproofing Asso - ciation) ai numerosi comitati che seguono tutte le problematiche di prodotto . Tra esse, ricordiamo in particolare quelle legate alla normazione e alle tematiche ambientali e di sicurezza . Gas di petrolio liquefatti Il fabbisogno di GPL nell’anno 2003 è stato sti - mato dal Ministero delle Attività Produttive in 3683000 tonn . , di cui: uso combustione: 2495000 tonn . ; uso autotrazione: 1188000 tonn . Rispetto ai consumi registrati nel 2002 si rileva una flessione nell’impiego del GPL (come con - sumo globale) pari al 1 . 0%, con un andamento positivo del settore del GPL combustione (+3 . 7%) e una riduzione pari al 9 . 5% nell’utilizzo del GPL autotrazione . Con riferimento ai primi tre mesi dell’anno 2004 si sono registrati i seguenti dati: GPL uso combustione: 890000 tonn . ( - 2 . 4% rispetto a gennaio/marzo 2003); GPL uso autotrazione: 282000 tonn . ( - 8 . 7% rispetto a gennaio/ marzo 2003); GPL totale: 1172000 tonn . ( - 4% rispetto a gen - naio/marzo 2003) . La leggera flessione dei consumi registrata in questo inizio d’anno 2004 nel Settore Combu - stione è sicuramente connessa all’andamento cli - matico che si è registrato nel nostro Paese rispetto ai primi mesi del 2003, quando il clima ancora più freddo (fatta eccezione per il mese di marzo 2004 in relazione a marzo 2003) aveva portato 111

              

< Precedente | Indice del Rapporto | Seguente >

Minerva    La Chimica e l'Industria  Motore di ricerca interno