abrasivi

 flessibili (+14 . 1%), seguiti a breve distanza dalle mole sottili (+12 . 7%) . Più contenuto l’aumento reale degli abrasivi convenzionali (+4 . 5%) . Il valore della produzione nel suo complesso, per effetto della variazione di mix intervenuta nel decennio, è aumentato di oltre l’11% in termini reali . Poiché nello stesso periodo si è verificata una fisio - logica riduzione della forza lavoro ( - 13 . 6%), pos - siamo affermare che la produttività, banalmente misurata come fatturato pro capite, a seguito dei cospicui investimenti tecnologici e delle modifiche organizzative, è aumentata del 29% in termini reali . A cosa si deve questo piccolo, grande successo? In generale parlare dei progressi tecnologici degli abrasivi non è cosa facile, se si fa astrazione dalle materie prime e parzialmente dai superabrasivi . Nel dopoguerra gli unici elementi innovativi sono stati il 32A e l’SG, nel campo delle grane . Non è invece possibile documentare in maniera vistosa e facilmente recepibile il progresso che si verifica nei sistemi leganti per le mole, che consente di offrire sul mercato prodotti di maggior rendi - mento, più affidabili e, soprattutto, più costanti nella duplicazione . Un po’ più immediato è il riscontro che si può fare per gli abrasivi flessibili, dove i leganti resinati e impermeabili, unitamente a nuovi tipi di supporti sintetici, hanno consentito di massimizzare i ren - dimenti delle nuove materie prime . Sono state queste, infatti, che hanno consentito di esaltare il rendimento degli utensili abrasivi . Un cenno a parte di tipo commerciale lo merita il sottosettore delle mole resinoidi sottili e segna - tamente le mole a centro depresso . Da sempre il mercato italiano di queste mole si presenta con una struttura differente da tutti gli altri; un volume di esportazione che è superiore al consumo del mercato interno; una importazione percentual - mente bassissima . Oli lubrificanti Anche nel corso del 2003, dopo la delibera assem - bleare del 2001 relativa alla variazione di deno - minazione con la contestuale revisione dei requi - siti di adesione di tutte le aziende legate al busi - ness della lubrificazione, il Gruppo aziende indu - striali della lubrificazione ha registrato un incre - mento nel numero di aziende associate . La neces - sità di svincolarsi dai vecchi canoni, legati alla contrapposizione tra aziende indipendenti e major petrolifere, ha permesso l’ingresso di nuove e rile - 109 Ceramica e abrasivi - Produzioni e consumi (migliaia di euro) Produzione 2003 2002 Var . % Sanitari 430,8 436,5 - 1 . 3 Stoviglieria 380,9 421,5 - 9 . 6 Abrasivi 252,6 253,0 - 0 . 2 Totale 1064,3 1111,0 - 4 . 2 Export Sanitari 120,0 129,3 - 7 . 2 Stoviglieria 195,3 223,7 - 12 . 7 Abrasivi 131,5 131,2 0 . 2 Totale 446,8 484,2 - 7 . 7 Import Sanitari 60,5 54,5 11 . 0 Stoviglieria 154,2 182,1 - 15 . 3 Abrasivi 135,2 132,9 1 . 7 Totale 349,9 369,5 - 5 . 3 Domanda interna Sanitari 371,3 361,7 2 . 7 Stoviglieria 339,8 379,9 - 10 . 6 Abrasivi 256,3 254,7 0 . 6 Totale 967,4 996,3 - 2 . 9

              

< Precedente | Indice del Rapporto | Seguente >

Minerva    La Chimica e l'Industria  Motore di ricerca interno