Supplementi al Dizionario di Chimica e Chimica Industriale

Viagra (sildenafil)

Pagina 8 di 22

Indice del Dossier sul Viagra

Ritorna a rubrica del Dizionario


Disfunzione erettile e sildenafil (Viagra)

Riproduzione parziale di un documento del Ministero della Sanità (1998)

Parte 3 di 8

Bibliografia


Meccanismo d’azione del sildenafil (Viagra): condizioni perché l’effetto possa manifestarsi

 

Il sildenafil (Viagra) , principio attivo contenuto nel Viagra, è un inibitore selettivo della fosfodiesterasi tipo 5 (PDE-V, specifica per il GMP ciclico), molto più efficace (7, 8) nel promuovere la vasodilatazione in ambito penieno di altri inibitori selettivi quali il zaprinast (il dipiridamolo, ugualmente selettivo per la PDE-V, non è stato testato). L'effetto del sildenafil (Viagra) è del tutto assente in un pene denervato ed è antagonizzato da sostanze che inibiscono la NO sintetasi. Questo dimostra che il Viagra è in grado di potenziare una funzione che deve essere parzialmente presente. Non può sostituirsi ad uno stimolo erogeno, nè trasformare in erogeno uno stimolo che non lo è. Non sostituisce l'innervazione pudenda, ma ne potenzia la funzione se carente. Non agisce se non in presenza di un sistema vascolare sensibile ad NO. Non ha senso prescriverlo in presenza di una funzionalità d'organo normale. Non è elettivo nell'impotenza da ipogonadismo. E' inutile nei soggetti che presentano riduzione o mancanza di libido, ma non turbe dell'erezione (soggetti, cioè, che hanno normali e complete erezioni durante le fasi di sonno REM, ma che non provano desiderio sessuale: o per patologie psichiatriche - tipicamente la depressione maggiore -, o per farmaci - tipicamente certi antidepressivi, certi diuretici, ecc.-, o, semplicemente perchè non provano più alcuna attrazione per il partner abituale). Va valutata con attenzione e cautela la possibilità di somministrarlo se si sospetta un'impotenza da farmaci. In questa circostanza, la prescrizione di Viagra deve considerare: la diagnosi alla base della terapia in atto, il meccanismo di azione del farmaco, le potenziali interazioni col sildenafil (Viagra). Tutti aspetti di difficile valutazione poichè attualmente non esiste una letteratura di riferimento. E' interessante sottolineare che il tessuto cavernoso non contiene soltanto la PDE-V, ma anche la PDE-III, inibita dal GMP ciclico, e la PDE-IV specifica per il ciclico AMP (9). La PDE-III è inibita selettivamente da amrinone e milrinone e svolge un ruolo importante nella vasodilatazione che produce erezione (10). Potrebbe essere il mediatore dell'erezione da stimolazione simpatica: in questo caso il meccanismo implicato sarebbe sicuramente beta-adrenergico. Il milrinone è efficace in vitro e in vivo nel vasodilatare il tessuto cavernoso umano e nel produrre erezione nell'uomo (10).

Farmacocinetica

Il sildenafil (Viagra) è completamente assorbito per os, ma ha una biodisponibilità di circa il 40% perchè viene degradato al primo passaggio attraverso intestino-fegato. Si lega a proteine plasmatiche per il 96%, ha un picco massimo in media a un'ora se viene assunto a digiuno e un'emivita plasmatica di circa 3 ore e mezza. Un pasto ricco di grassi ritarda di circa un’ ora il raggiungimento del picco e riduce il picco di concentrazione senza che sia modificato l’ assorbimento totale. Il sildenafil (Viagra) è metabolizzato nel fegato ad un metabolita attivo da diversi isoenzimi del sistema citocromo P450. Sia il prodotto originale che il metabolita attivo hanno pari emivita. Farmaci inibitori dell’ enzima P450 ne possono ridurre la clearance: il ketoconazolo ne inibisce il catabolismo per circa il 75%. Anche altri farmaci che inibiscono il citocromo P450 -cimetidina, eritromicina, itraconazolo, ecc. - rallentano il metabolismo del sildenafil (Viagra) aumentandone le concentrazioni plasmatiche. La rifampicina, potenziando l’ attività del P450, potrebbe ridurre l’ effetto del farmaco..Il metabolismo del sildenafil (Viagra) rallenta nell’ anziano ed è ridotto nell'insufficienza epatica e nella insufficienza renale grave (Ccr < 30 ml/min). Il farmaco viene escreto per l'80% con le feci e il 13% lo si ritrova nelle urine.

Studi clinici

Il sildenafil (Viagra) è stato originariamente sviluppato per il trattamento dell’ angina, dimostrando negli studi preliminari un’ efficacia piuttosto modesta. I pazienti sottoposti a trattamento segnalarono tuttavia un effetto collaterale inatteso, l’ erezione del pene, e ciò ha portato ad approfondire un possibile impiego del farmaco nel trattamento dell’ impotenza. Gli studi clinici pubblicati attestano l'efficacia del sildenafil (Viagra) in diverse forme di ridotta erezione (11, 12). Sono in generale studi comparativi verso placebo su gruppi paralleli, realizzati in doppio cieco per più settimane, in condizioni di vita quotidiana. A dosi comprese tra 25 e 100 mg il sildenafil (Viagra) è risultato statisticamente più efficace del placebo nel favorire la penetrazione e a mantenere l’ erezione dopo penetrazione. Dosi superiori ai 100 mg non hanno dimostrato di apportare benefici supplementari, mentre la tossicità del farmaco appare dose-dipendente. Lo studio maggiormente citato, uno studio controllato, in doppio cieco contro placebo, è apparso apparso su The New England Journal of Medicine (13), nel maggio di quest’ anno. E’ stato attuato su 861 soggetti di età superiore ai 18 anni sono stati suddivisi clinicamente come portatori di disturbi dell'erezione di natura psicogena (11%), organica (70%) o mista (18%). Tutti avevano una partner fissa. Durante le prime settimane di trattamento veniva modificato il dosaggio sul singolo soggetto in base alla risposta. Il miglioramento della funzione erettile nella fase di ottimizzazione del dosaggio fu altamente significativo. Il miglioramento nei soggetti con 100 mg in termini di comparsa di erezione raggiunse il 100%. Il 69% dei tentativi di accoppiamento ebbero successo, contro il 22% dei soggetti con placebo. La media di successi mensili fu di 5,9 con sildenafil (Viagra) e di 1,5 con placebo. Il 92% dei soggetti completarono la sperimentazione di 32 settimane. I disturbi più spesso lamentati furono: cefalea, vampate e dispepsia. La conclusione: il sildenafil (Viagra) orale è un trattamento efficace e ben tollerato negli uomini con disturbi dell'erezione.

< Precedente | Pagina 8 di 22 | Seguente >


Il sito Minerva in cui vi trovate contiene migliaia di pagine. Usate il motore di ricerca interno! Usa il motore di ricerca!