Gli ormoni steroidei nei liquidi biologici

Ritorna alla home page

 

Gli ormoni steroidei sono presenti nei diversi liquidi biologici in

tre differenti stati chimicofisici:

 

 

                 Liberi

                Legati alle proteine veicolanti

                Coniugati (come solfati, glucuronati, solfoglucuronati)

 

 

Nel plasma si ritrovano tutte queste forme; in misura maggiore

quella “coniugata”, prevalentemente come solfato (anche se non per

tutti gli steroidi), segue poi quella veicolata dalle proteine vettrici e

infine quella “libera”, che rappresenta una frazione estremamente

bassa. Nelle urine gli steroidi sono presenti in misura massiva come

“coniugati”, prevalentemente glucuronati, e, in quantità molto inferiore,

anche nella forma “libera”. La quota veicolata dalle proteine è

assente, sia per la natura stessa del liquido, che non è congeniale a tale

tipo di legame, ma soprattutto per la quasi assenza di proteine, che,

anche se presenti, sembra non siano più in grado di legare lo steroide

in forma stabile (Figura 8).

 

 

 

Figura 8. Steroidi coniugati

 

 

La coniugazione avviene per mezzo di sistemi enzimatici specifici

verso il “sito” di attacco e, per i glucuronati, ha luogo quasi esclusivamente

nel fegato; per i solfati invece questo meccanismo è prerogativa

anche di altri tessuti, quali le surrenali, l’endometrio, le gonadi

e alcuni sono addirittura prodotti come tali (DHEASolfato ed Estronesolfato).

Per quanto riguarda il legame degli steroidi con le proteine

vettrici, questo dipende dalla costante di associazione tipica per ogni steroide

e proteina; essa varia in funzione della concentrazione

molare dello steroide e della proteina, della temperatura e del pH del

mezzo. In generale sono le Albumine ad essere responsabili del

trasporto della maggiore quota degli steroidi nel circolo sanguigno,

trattandosi di proteine a bassa affinità, ma ad alta capacità di legame.

Seguono poi le proteine veicolanti specifiche, la cui forza di legame

dipende soprattutto dall’affinità delle proteine stesse per lo steroide

considerato e, in ultima analisi, da fattori sterici: esistono infatti su

queste proteine siti specifici in grado di legare, non covalentemente,

molecole specifiche. I legami in causa sono “legami deboli”: legami

idrogeno, idrofobici in genere e forze di Van der Waals.

La globulina che lega gli ormoni sessuali (SHBG = Sex Hormon

Binding Globulin) possiede un’elevata affinità e capacità per estrogeni

ed androgeni, mentre quella che lega i corticosteroidi, la transcortina

(CBG), lega anche il progesterone. SHBG e CBG sono glicoproteine

acide (PM=45000 e 65000 Dalton rispettivamente), che, oltre alla

funzione di trasporto hanno anche quella di proteggere gli steroidi

dal metabolismo inattivante durante il percorso verso l’organo bersaglio.

E’ importante quindi riportare i risultati di concentrazione

degli steroidi nei diversi liquidi biologici specificando sempre la

forma dello steroide misurato: totale, coniugato, non coniugato,

frazione “libera”.

 

 

Biosintesi degli ormoni steroidei

 

 

Tutte le vie metaboliche nella biosintesi degli ormoni steroidei

partono dal Colesterolo, che ne è quindi il precursore.

Il Colesterolo, steroide a 27 atomi di Carbonio, per scissione

enzimatica perde una catena di 6 atomi di carbonio (in C17) dando

luogo al Pregnenolone (21 atomi di Carbonio), dal quale successivamente,

per l’azione di complessi sistemi enzimatici presenti negli

organi interessati, vengono sintetizzati i diversi ormoni steroidei. Le

dotazioni enzimatiche dell’ovaio e del surrene, per esempio, sono

simili, perché entrambi si formano nel periodo embrionale a partire

dalla cresta genitale. Di conseguenza i processi biosintetici avvengono

in modo uguale ad eccezione della fase finale; le differenze nella

sintesi dei vari ormoni steroidei fra organi diversi e fra uomo e donna

risiedono proprio in questi corredi enzimatici contenuti in quantità

diverse, nella fase finale (Figura 9).

 

 

 

 

Figura 9. Biosintesi degli ormoni steroidei