Studi genetici sulla pillola anticoncezionale

Pagina 8 di 10

Ritorna a rubrica minibiografie

 

Nel 1995 Claus Wedekind ha studiato come la pillola possa influenzare le preferenze della donna nella ricerca del partner. Il test puntava ad usare prodotti del MHC (major histocompatibility complex). Sono stati scelti 14 uomini e 14 donne per l’esperimento, selezionati all’interno di una certa tipologia genetica. Solo alcune delle donne assumevano la pillola ma tutte sono state scelte in modo tale che svolgessero il test durante la seconda settimana dopo la mestruazione. Agli uomini è stato chiesto di indossare una t-shirt per due giorni senza utilizzare profumi o deodoranti. Il giorno dopo è stato chiesto alle donne di annusare sei di queste magliette, di cui tre erano state indossate da uomini con un profilo genetico simile a loro, e di scegliere quelle che stimolavano loro la maggior sensazione di piacere e di richiamo sessuale.

I risultati ottenuti sono molti interessanti. Infatti, le donne che non prendevano la pillola hanno scelto le magliette d’uomini con un profilo MHC dissimile dal loro. Al contrario, le donne che assumevano la pillola hanno scelto tendenzialmente le magliette d’uomini con MHC simile. Lo stesso esperimento è stato condotto su scala maggiore ottenendo gli stessi risultati. Questo potrebbe voler dire che l’assunzione della pillola può influenzare la scelta del compagno. Questo può essere spiegato con il fatto che il corpo crede di essere in gravidanza e, in questo caso, la donna non cerca un nuovo compagno ma piuttosto un supporto amichevole.

Nel 1994, Krug, Stamm e Pietrowsky testarono l’effetto del ciclo mestruale sulla creatività. Selezionarono 17 donne che prendevano la pillola e 17 che non la prendevano, e furono appaiate per caratteristiche simili tipo l’età’ ecc. La creatività fu testata attraverso 6 test di vario genere, condotti per tre volte durante il ciclo. I ricercatori non trovarono rilevanti differenze nei due gruppi se non per il fatto che , nel gruppo delle donne che non assumevano la pillola, rilevarono una sorta di picco nella creatività durante la fase prima dell’ovulazione, forse dovuto all’aumento di estrogeno in quel periodo.

< Precedente | Indice del Supplemento | Seguente >

Usa il motore di ricerca!