La diffusione della pillola anticoncezionale

Pagina 4 di 10

Ritorna a rubrica minibiografie

 

 

Nel 1961 la pillola sbarc˛ in Europa con il nome di Anovlar, e poco dopo in Australia con lo stesso nome. In Italia arriv˛ nel ’65. Sin dall’inizio fu disponibile solo in farmacia e sotto prescrizione medica. Pi¨ di 200 storici hanno concluso che la pillola ha avuto un impatto sull’umanitÓ’ nel XX secolo maggiore della Teoria della relativitÓ di Einstein, della bomba nucleare e d’internet. E’ interessante sottolineare come in Europa l’introduzione della pillola sia stata inizialmente controversa tanto da essere prescritta solo per problemi mestruali e soprattutto solo a donne sposate. Il ’68 cambi˛ tutto in quanto, in seguito alla rivolta studentesca e alla rivoluzione sessuale, la pillola divento’ un simbolo di cambiamenti sociali nell’Europa Occidentale: per la prima volta sessualitÓ e contraccezione furono discussi pubblicamente.

Nel luglio del ’68 il periodico “Konkret” uscý con il titolo di prima pagina: “LibertÓ per la pillola!”. La rivista chiese ai suoi lettori di indicare gli indirizzi dei dottori disponibili a prescrivere la pillola anche a donne non sposate. La risposta fu superiore alle aspettative tanto che l’editore fu sommerso dalle lettere, diventando un inaspettato punto di contatto. L’11 giugno ’71 il settimanale “Die Zeit” scrisse: “Panico riguardo alla pillola”. Infatti, il contraccettivo fu accusato di essere la causa dell’”estinzione dei tedeschi” in quanto avrebbe provocato un calo demografico sia nell’est che nell’ovest. Pi¨ tardi studi scientifici e discussioni demografiche dimostrarono che questo non era vero.

Nel ’71 in Italia, l’associazione Italiana per l’educazione Demografica (AIED) ottenne l’abrogazione dell’articolo del codice penale che vietava la propaganda e l’utilizzo di qualsiasi mezzo contraccettivo. Nel ’76 il Ministro della Sanita’ abrog˛ le norme che vietavano la vendita della pillola anticoncezionale. Quindi, dopo 11 anni, la pillola arriv˛ nelle farmacie riportando l’indicazione “contraccettivo” sul foglietto illustrativo. Tra gli anni ’70 e ’80, furono immessi sul mercato molti prodotti caratterizzati da diversi dosaggi e la prima pillola trifasica. Negli anni ’90 venne introdotta la cosiddetta “pillola a lungo termine”. In realtÓ non si tratta di una vera e propria pillola ma piuttosto di un sistema intra-uterino che contiene il Levonorgestrel e che rilascia piccole quantita’ di progestinico (0.02 mg) direttamente nell’utero per un periodo di 5 anni.

 

PillolaAnticoncezionale.png (79796 byte)

La prima confezione di pillole anticoncezionali

Attualmente nel mondo occidentale sia la pillola sia altri contraccettivi sono una scelta libera nella vita di ogni donna.

 

 

< Precedente | Indice del Supplemento | Seguente >

Usa il motore di ricerca!