Supplementi al Dizionario di Chimica e Chimica Industriale

Lessico per l'ambiente e lo sviluppo sostenibile: L - Z 

Ritorna a rubrica minibiografie

A - C                    D - I

 


L


LEGNO
Tessuto vegetale duro che costituisceil tutto o una parte del tronco, dei rami e delle radici degli alberi.

LITOSFERA
La litosfera è l'involucro rigido della Terra. Costituita per lo più da rocce, ha uno spessore medio di un centinaio di chilometri ed è composta dalla crosta e dalla parte superiore, solida, del mantello. La parte sottostante del mantello (astenosfera), invece, è parzialmente fusa e rimescolata da moti convettivi.


M


MASSA
Quantità di materia che costituisce un oggetto; misura anche la sua inerzia al moto, ovvero l'opposizione dell'oggetto a cambiare velocità. Secondo la relazione di Einstein (E=mc/2), la massa equivale ad energia; quando scompare massa si crea energia e viceversa.

MATERIA
Sostanza di cui sono fatti gli oggetti sensibili, dotata di consistenza, peso ed inerzia, estesa nello spazio, può assumere una forma. È costituita da atomi e molecole di elementi o di composti.

METABOLISMO
Complesso di trasformazioni chimiche e fenomeni energetici concomitanti che avvengono in un ORGANISMO o in una cellula in modo da assicurare la conservazione e il rinnovamento della MATERIA vivente che li costituisce.


N


NEUSTON
Insieme degli organismi che vivono in prossimità delle superfici acquatiche

NICCHIA ECOLOGICA
Indica sia lo spazio fisico che l'habitat, il quale comprende tutti i caratteri ed i fattori dell'ambiente, nonché‚ le attività biologiche degli organismi che in esso vivono. Pur rappresentando uno dei concetti fondamentali dell'ecologia, la sua definizione presenta ancora oggi alcune incertezze.


O


ORGANICAZIONE
Insieme dei processi chimici (ad es. fotosintesi) che portano alla formazione di sostanze organiche a partire da sostanze inorganiche semplici, come acqua, anidride carbonica e ammoniaca.

Una bella immagine che schematizza il processo di organicazione


P


PANNELLI SOLARI
Pannelli di materiale speciale, costruiti per raccogliere l'energia luminosa solare e trasformarla in energia termica o elettrica.

PIANO DI AZIONE
Rappresenta il momento centrale dell'intero processo di Agenda 21 Locale. Il Piano di Azione (Action Plan) è lo strumento operativo mediante il quale l'Amministrazione locale e il Forum adottano determinati obiettivi di qualità dell'ambiente e del territorio sulla base di aspettative e priorità condivise e in coerenza con le evidenze emerse dal quadro diagnostico (Rapporto sullo stato dell'ambiente e della sostenibilità).

PIOGGE ACIDE
Quando alcune sostanze (es: ossidi di azoto e di zolfo), espulse dalle ciminiere e dalle automobili, si mescolano nell'atmosfera con il vapore acqueo, si generano degli acidi (in maggioranza acido nitrico e solforico), i quali, cadendo con l'acqua piovana, la neve, la nebbia e la rugiada, provocano gravi danni alla flora, al terreno, alle acque soprattutto lacustri ed alle opere d'arte, che si sgretolano.

PULVISCOLO ATMOSFERICO
Minutissimi frammenti di natura vegetale e animale, residui della vita che si svolge sul pianeta, sospesi nell'aria e veicolati dal vento. A questo pulviscolo di origine naturale si aggiunge quello prodotto dall'inquinamento conseguente ai processi di combustione nonchè, il pulviscolo reso radioattivo dalle attività nucleari.


Q


QUALITÀ (della vita)
Concetto che caratterizza il grado e la misura secondo cui i contesti sociali (a livello locale, nazionale, internazionale) offrono effettive possibilità di combinazioni congrue tra gli ambienti fisico, naturale e sociale in vista di una progressiva armonizzazione tra i bisogni dell'uomo e le risorse ambientali.


R


RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI
La raccolta idonea a raggruppare i rifiuti urbani in frazioni merceologiche omogenee (D.Lgs. n. 22/1977 aggiornato Ottobre 2001).

RIPRODUZIONE
Funzione fondamentale di tutti gli esseri viventi che permette di produrre altri individui della stessa specie.

RITMI BIOLOGICI

Il succedersi regolare e periodico di alcuni fenomeni fisiologici riscontrabile ai pi- differenti livelli di organizzazione della materia vivente.


S


SILVICOLTURA
Parte delle scienze forestali relativa all'impianto, alla conservazione ed allo sfruttamento del patrimonio boschivo.

SINERGISMO
Esprime il potenziamento dell'effetto di un'azione (da "syn" con e "ergon" opera o azione). Tale potenziamento può avere effetti benefici o meno a seconda del contesto. In ambito ecologico il termine ha una accezione negativa e si riferisce al concorso di più fenomeni/eventi inquinanti.I danni provocati ad un essere vivente da più elementi inquinanti sono spesso superiori a quelli generati singolarmente da ciascuno di essi: questo fenomeno è dovuto al sinergismo.

SISTEMA
Sistema APERTO sistema fisico (insieme di corpi definito) che scambia energia e materia con l'ambiente
Sistema CHIUSO sistema fisico che non scambia materia, ma può scambiare energia con l'ambiente
Sistema ISOLATO sistema fisico che non scambia nè‚ materia, nè‚ energia con l'ambiente.

SOCIOSFERA
Il complesso delle attività umane nell'ambiente considerato in prospettiva globale

STRATOSFERA
Parte dell'atmosfera sovrastante la troposfera, compresa tra i 10 e gli 80 Km di quota, in cui l'aria si presenta stratificata; contiene la fascia di ozono.

SVILUPPO SOSTENIBILE
Concetto introdotto ufficialmente nel 1987 dalla Commissione Mondiale sull'Ambiente e lo Sviluppo (WCED), conosciuta come Commissione Brundtland. Sebbene esistano molte definizioni di "sviluppo sostenibile", quelle più note ufficialmente e riconosciute a livello internazionale sono due:

- "Lo sviluppo che soddisfa i bisogni delle persone esistenti senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i loro bisogni" (Conferenza di Rio).

- "Il soddisfacimento della qualità della vita mantenendosi entro i limiti della capacità di carico (carrying capacity) degli ecosistemi che ci sostengono" (Programma Ambiente dell'Onu (Unep), World Conservation Union (IUCN) e Fondo Mondiale per la Natura (WWF), 1991).


T


TECNOSFERA
Termine che indica il complesso delle attività tecnologiche ed il mondo artificiale che ne deriva.

TELERISCALDAMENTO
Sistema di riscaldamento che utilizza a distanza il calore prodotto da una centrale termica, da un impianto di cogenerazione o da una sorgente geotermica. In un sistema di teleriscaldamento il calore viene distribuito dagli edifici tramite una rete di tubazioni in cui fluisce l'acqua calda o il vapore.

TEP (Tonnellata equivalente di petrolio)
Unità di misura convenzionale che consente di esprimere in una unità di misura comune le varie fonti energetiche, tenendo conto del loro diverso potere calorifico.

TERMODINAMICA
Parte della fisica e della chimica che studia (a) le trasformazioni di energia in lavoro e viceversa attraverso macchine termiche di ogni tipo; (b) le modalità secondo cui si formano le sostanze a partire dagli elementi e dai composti, e le condizioni termodinamiche che regolano le reazioni.

TERRITORIO
Complesso di luoghi che appartengono a uno specifico spazio definito nel quale si svolgono particolari condizioni di vita delle specie e delle comunità umane.


V


VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE
Per valutazione di impatto ambientale si intende una complessa procedura volta a considerare gli effetti che potranno manifestarsi nell'ambiente in conseguenza di determinate iniziative di intervento e trasformazione del territorio. Questa procedura ha per scopo la conoscenza il più possibilmente esatta dei potenziali effetti di una determinata opera sull'assetto ambientale, allo scopo di valutare e decidere la sua utilità con un bilancio danni/benefici. Tale procedura si applica sempre in determinati casi, in relazione ad opere e industrie di particolare rischio ecologico e solamente in alcuni casi in relazione ad opere ed industrie potenzialmente meno inquinanti, ma pur sempre pericolose considerando le loro dimensioni. La valutazione di impatto ambientale è di natura amministrativa, consistente nella raccolta, da parte del committente, cioè di colui che intende costruire un'opera che inciderà profondamente sull'ambiente, di determinate informazioni (che saranno poi consegnate alle autorità cui spetta il rilascio delle autorizzazioni alla costruzione); nelle informazioni alle popolazioni interessate; nella valutazione di impatto ambientale complessiva di ogni aspetto; infine, nella decisione circa l'opportunità o meno della realizzazione dell'opera.


Z


ZONA
Area sociogeografica caratterizzata da indicatori specifici

ZOOECOLOGIA
Si occupa dello studio dei rapporti tra gli animali ed il loro ambiente. Lo studio dei rapporti tra le piante ed ambiente si denomina invece fitoecologia.


Ritorna alla home page
Ritorna a Introduzione alla storia della chimica

Un sistema periodico per immagini

Usa il motore di ricerca!