CHIM
ICA &
ESPERA 2008
90
Gen./Feb. ‘09
L
o scorso ottobre si è svolto a Valmontone (Roma) il Con-
vegno dedicato all’innovazione chimica per la bonifica e
riqualificazione dei siti inquinati e per la sostenibilità della
produzione industriale.
Questa manifestazione ha trovato collocazione all’interno del
“Forum Etica e Ambiente", di cui la SCI è uno dei promotori e fon-
datori e che è stato attivato nell’ambito dell’Università di Ferrara
da Francesco Dondi.
Il Convegno era articolato in tre sessioni ed una tavola rotonda e
il suo scopo era da un lato quello di rivalutare ancora una volta
dinnanzi alla società civile ed all’opinione pubblica il ruolo virtuo-
so che la chimica, come disciplina maestra al servizio della quali-
tà della vita, può svolgere per la protezione dell’ambiente e della
salute ma anche per lo sviluppo economico e la sostenibilità, inte-
sa come protezione e crescita non illimitata, ma al contrario
rispettosa dei confini imposti dalla giusta rivendicazione alla frui-
zione delle risorse da parte degli altri (le società più povere e meno
tecnologicamente avanzate, le generazioni future, le comunità
delocalizzate). Sostanzialmente all’interno del Convegno al di là
delle articolazioni del programma, dettate più da esigenze di
razionalità ed organizzazione, può essere individuata una suc-
cessione storica fra passato (le colpe), il presente (l’azione), il
futuro (il programma): la chimica al di là delle colpe di chi l’ha uti-
lizzata organizza tecnologicamente la seconda fase e cerca di
contribuire a fare crescere la terza. In questa logica la tavola
rotonda è stata un’ideale sede di confronto e dibattito.
Una seconda possibile chiave di lettura riguarda i soggetti che
devono collaborare per pervenire allo scopo di questo particola-
re impegno, cioè il risanamento e bonifica di circa 10.000 km
2
(3% del territorio nazionale). Tali soggetti possono essere indivi-
duati nella comunità scientifica che presiede alle soluzioni tecni-
che, decisamente le più mature ed avanzate; la comunità politica
LA CHIMICA PER LA BONIFICA
DEI SITI INQUINATI
E PER LA SOSTENIBILITÀ
La bonifica dei siti inquinati è strumentale alla creazione di fiducia e può diventare un volano della ripresa economica.
Luigi Campanella
Presidente Società Chimica
Italiana
Dipartimento di Chimica
Università di Roma “La Sapienza
luigi.campanella@uniroma1.it