Vita del Buddha


19

20

Negli anni di privazioni trascorsi nella foresta Siddharta aveva avuto come compagni cinque altri asceti. Quando Siddharta aveva accettato di rifocillarsi con il cibo offerto da Sujata, i suoi compagni avevano gridato al tradimento, ma al momento dell'incontro nel Parco dei Daini, dopo il Risveglio, non poterono far altro che inchinarsi di fronte al ritrovato Maestro.

Il Buddha, il Maestro degli uomini e degli dei, chiarì che non era più uno di loro, ma spinto dalla compassione mise in moto la ruota del Dharma, e impartì loro l'insegnamento, il Dharma, che applicato tenacemente nella loro vita quotidiana avrebbe potuto portarli al Risveglio.

Tra i primi uomini a cui il Buddha insegnò la Via verso il Risveglio vi fu Yasa, un giovane di famiglia ricca e potente, che era entrato nella foresta dove viveva il Risvegliato accompagnato da 54 amici, in cerca di gioia e divertimento.

Il Buddha accolse con compassione Yasa, in cui vedeva se stesso prima dell'abbandono della sposa, del figlio e delle ricchezze. Alle parole illuminanti del Buddha Yasa capì che l'inseguimento del solo piacere non portava da nessuna parte, e accettò le regole severe di una vita orientata verso il Risveglio.

Anche la famiglia di Yasa seguì l'insegnamento del Buddha, e i suoi genitori furono i primi a prendere rifugio nelle tre gemme: il Risvegliato, il Buddha; l'insegnamento, il Dharma; la comunità dei praticanti, il Sangha.

[Indice][01-02][03-04][05-06][07-08][09-10][11-12][13-14]
[15-16][17-18][19-20][21-22][23-24][25-26]][27-28][29-30][31-32]


Fonte: S. Dhumphakdi & Sons Publisher, Bangkok, Thailand