Vita del Buddha


07

08

Secondo i costumi dell'epoca Siddharta si sposò molto giovane, con una bellissima principessa di nome Yasodhara. Alla cerimonia parteciparono i quattro Re Celesti e il dio Brahma che avevano chiesto al futuro Buddha di scendere sulla Terra. Brahma stesso spruzzò l'acqua santa sui giovani sposi.

Il padre del futuro Buddha, il re Suddhodanama, per ospitare gli sposi fece costruire tre grandi palazzi, colmi di tesori e con grandi giardini.

Siddharta viveva in un mondo di sogno, voluto dal padre, in cui vi erano solo persone giovani e belle, pieno di fiori e di gioielli, in cui le pene del mondo non potevano entrare. Ma un giorno Siddharta volle uscire dal palazzo, e vide un vecchio piegato in due dall'età avanzata, un malato, piagato e in fin di vita, e un cadavere, immobile. Spaventato chiese a Channa, il cocchiere del carro in cui viaggiava, se quelli che stava vedendo erano fatti straordinari. Dopo molte preghiere i cocchiere rispose a Siddharta: "La vecchiaia è il nostro destino, la malattia tocca a tutti noi, la morte ci aspetta e non possiamo sfuggirle". Infine Siddharta vide un asceta, tranquillo e composto, e fu attratto dall'aura di pace che ispirava.

[Indice][01-02][03-04][05-06][07-08][09-10][11-12][13-14]
[15-16][17-18][19-20][21-22][23-24][25-26]][27-28][29-30][31-32]


Fonte: S. Dhumphakdi & Sons Publisher, Bangkok, Thailand