Minerva

Osservatorio sull'industria alimentare

  Barilla  Coca-Cola Ferrero Pepsi Danone Kraft  Masterfoods McDonald's Nestlé Procter & Gamble Unilever Heinz


Un prodotto Coca-Cola: Powerade

Powerade e gli altri integratori salini

 

 

Gli integratori salini
(Copyright by THEA 2004)

Sodio, potassio, cloro, magnesio entrano nei discorsi dello sportivo soprattutto quando si parla di disidratazione e di reintegrazione salina. Durante una competizione che si svolge a temperature elevate l'organismo può perdere qualche litro d'acqua e una quantità di sale pari a 1,5 g per litro. Come è dimostrato da una serie impressionante di studi:

il reintegro salino è essenziale in attività fisiche della durata superiore alle quattro ore.

Considerando anche una sensibilità individuale alla disidratazione, si può comunque affermare che tutti gli integratori salini sono completamente ingiustificati per corse di durata inferiore alla maratona: basta reidratarsi con acqua (ed eventualmente carboidrati) per non avere alcun problema. Quindi bere, bere, bere, ma l'acqua basta. Per gare superiori all'ora si può aggiungere circa 0,5 g di sale per litro alla bevanda più che altro per evitare temporanei abbassamenti della concentrazione del sodio in seguito a una (invero rara) iperreidratazione (di solito il problema è che si beve poco, non che si beve troppo!).

Nonostante questi risultati scientificamente certi, si continua a leggere che è consigliabile aggiungere alle bevande una piccola quantità di sali. Cosa possa fare una minima quantità di sali sciolta in un litro d'acqua non è facile da spiegarsi. L'equivoco nasce dal fatto che alcuni problemi (crampi) sono erroneamente attribuiti alla disidratazione (se fosse vero perché calciatori perfettamente allenati sono colti da crampi nei supplementari di una partita in una serata primaverile? Sicuramente durante gli intervalli hanno avuto tutto il tempo di reidratarsi. In realtà se soffrite di crampi è consigliabile assumere aspartati) e dal fatto che si vuole risolvere il problema della iponatriemia. L'iponatriemia è la condizione per cui la concentrazione di sodio nel sangue diminuisce a causa di un'assunzione eccessiva di acqua. Tale sindrome è molto rara visto che di solito non si beve abbastanza! Visto che l'aggiunta di sali all'acqua non migliora comunque l'assorbimento, l'unico motivo per aggiungere 0,5 g di sale per litro alla soluzione usata è che tale aggiunta può rendere più appetibile la bevanda. 


Commento. Nella classificazione del Ministero della Salute Powerade compare soltanto fra i "prodotti con minerali destinati a reintegrare le perdite idrosaline".


Su Powerade e le altre bevande per il reintegro salino (sport drink) si vedano le schede:

                        Il Ministero della Salute: "alimenti adatti ad un intenso sforzo muscolare"

                        Gli integratori salini, (autore: THEA)

                        Gli integratori salini, (autore: Eugenio Del Toma)

                        Una discussione sulla inutilità di Gatorade (e similari)  


< Precedente | Industrie alimentari: Coca-Cola | Seguente >


Indice delle schede e dei materiali sulla Coca-Cola:

Mini-presentazione

I 400 marchi e prodotti della Coca-Cola nel mondo

La Coca-Cola HBC

La Coca-Cola in Italia

La Coca-Cola e Assobibe

Coca-Cola per tutti, animazione di El Loro

Le imitazioni della Coca-Cola e il collezionismo

I molti volti della Coca-Cola sui mercati nazionali

Una galleria di home page nazionali della Coca-Cola

La Coca-Cola, l'acido fosforico e l'osteoporosi

La Coca-Cola, l'acido fosforico e la cannuccia

La Coca-Cola nell'arte contemporanea

La Coca-Cola e l'invenzione di Babbo Natale

Breve storia della Coca-Cola, dalla preistoria ai giorni nostri

Una galleria di 28 opere d'arte 'dedicate' alla Coca-Cola

Collezionismo e feticismo Coca-Cola: 84 oggetti e una stanza

La bara Coca-Cola, ovvero: la Coca-Cola anche da morto

La Coca-Cola nel Sud d'Italia

I giovani e la Coca-Cola in Italia: opinioni a confronto

Il ciclo di produzione della Coca-Cola

La Coca-Cola non è sola

Un prodotto Coca-Cola: Powerade

Coca-Cola: la seconda invasione del Giappone

Città e cittadini su misura: la collezione Coca-Cola Town Square

La collezione Coca-Cola Town Square: 27 miniature e due città

Grafica delle campagne di boicottaggio

Schede sulla Pepsi-Cola e su Gatorade


Home page

Indice 0sservatorio Dizionario di chimica Additivi alimentari

Parole difficili

Boicottaggio

Feticismo

Epistemologia & Etica